faretesto > hobby.* > hobby.fai-da-te

Erasmo da Rotterdam (11.08.2017, 12:02)
Secondo voi, è eccessivamente paranoico crimpare dei capicorda per
collegare le prese e per fare i ponticelli tra più frutti della stessa
scatola?

So per certo che nessun elettricista lo fa, per ovvi motivi di tempo.
Ho fatto una prova con una presa con due frutti e devo dire che il
lavoro viene molto più pulito.

Controindicazioni, tempo e costi delle boccole a parte?
Soviet_Mario (11.08.2017, 12:22)
On 11/08/2017 12.02, Erasmo da Rotterdam wrote:
> Secondo voi, è eccessivamente paranoico crimpare dei capicorda per
> collegare le prese e per fare i ponticelli tra più frutti della stessa
> scatola?
> So per certo che nessun elettricista lo fa, per ovvi motivi di tempo.
> Ho fatto una prova con una presa con due frutti e devo dire che il
> lavoro viene molto più pulito.
> Controindicazioni, tempo e costi delle boccole a parte?


le controindicazioni le hai già dette tu : tra i vantaggi
però ci aggiungerei la manutenibilità in eventuali smontaggi
e rimontaggi ripetuti.

Io ho la paranoia di stringere sempre troppo i fili, e a
stento mi supportano un secondo serraggio senza eccessiva
falcidie di fili di rame (tipo la caduta dei capelli).
Alla terza dovrei accorciare il cavo, rispelarlo e
recuperare una sezione buona. Ora se ne avanzava no problem,
se non avanzava, ohi ohi ohi.
Coi capicorda che dici 1) non ha senso stringere come i
folli per far tenere e cmq 2) è molto difficile logorare il
cavo in caso di ripetuti posizionamenti.

Ma non avevo la pinza a crimpare che dici, ergo ho solo
attorcigliato i fili stretti. M'è capitato cmq di aumentare
solo 1 paio di prese e di derivarne una sola ulteriore, ero
stato già largo nella ricostruzione.
Soviet_Mario (11.08.2017, 12:42)
On 11/08/2017 13.33, martello wrote:
> 1) In ogni connessione raddoppi i punti di contatto
> raddoppiando la probabilità di guasto (e di incendio di
> natura elettrica)
> 2) I componenti devono essere montati secondo le specifiche
> del costruttore: i morsetti dei frutti, fino a prova
> contraria, nascono per il montaggio diretto del cavo nel
> morsetto (poiché anche le norme CEI stabiliscono che i
> morsetti 'devono permettere la connessione senza speciale
> preparazione del conduttore' (CEI 23.9)... i costruttori si
> adeguano).


uhcccazzo ... per una volta in vita mia, benché
involontariamente, ho rispettato la legge ! :)
Soviet_Mario (11.08.2017, 13:07)
On 11/08/2017 14.40, Franzthepanz wrote:
> +1


geberit ...
Memmeddu (11.08.2017, 13:11)
Erasmo da Rotterdam scrive
>Secondo voi, è eccessivamente paranoico crimpare dei capicorda per

collegare le prese e per fare i ponticelli tra più frutti della stessa
scatola?

Perdita di tempo secondo me

>So per certo che nessun elettricista lo fa, per ovvi motivi di tempo.
>Ho fatto una prova con una presa con due frutti e devo dire che il lavoro viene molto più pulito.


Sicuramente più pulito da vedere

>Controindicazioni, tempo e costi delle boccole a parte?


Penso che se prendi dei capicorda adatti allo scopo, quindi dimensionati per la potenza che dovranno subire, sìa molto più comodo in caso dicontinue modifiche all'impianto.
Infatti questo sistema è usato nei macchinari per facilitare le riparazioni e gli assemblaggi, perché così facendo, non bisogna stare li ad accorciare, spellare i cavi.
Senza contare la possibilità di recuperare l'intero impianto elettrico(cavi già crimpati e dotati di presett) in caso di demolizione di delmacchinario.
Quindi se hai intenzione di modificare spesso l'impianto elettrico (cambiare prese ecc) per modificare la destinazione d'uso del locale, può essere conveniente, altrimenti è uno sfizio che non avrei intenzione di prendermi.
martello (11.08.2017, 13:33)
> Controindicazioni

1) In ogni connessione raddoppi i punti di contatto raddoppiando la
probabilità di guasto (e di incendio di natura elettrica)

2) I componenti devono essere montati secondo le specifiche del
costruttore: i morsetti dei frutti, fino a prova contraria, nascono per
il montaggio diretto del cavo nel morsetto (poiché anche le norme CEI
stabiliscono che i morsetti 'devono permettere la connessione senza
speciale preparazione del conduttore' (CEI 23.9)... i costruttori si
adeguano).
liftman (11.08.2017, 13:46)
Il 11/08/2017 13:33, martello ha scritto:
>> Controindicazioni


> 2) I componenti devono essere montati secondo le specifiche del
> costruttore: i morsetti dei frutti, fino a prova contraria, nascono per
> il montaggio diretto del cavo nel morsetto (poiché anche le norme CEI
> stabiliscono che i morsetti 'devono permettere la connessione senza
> speciale preparazione del conduttore' (CEI 23.9)... i costruttori si
> adeguano).


non è una controindicazione "permettere la connessione senza speciale
preparazione dl conduttore" non è l'unica via per inserire dei condutori
in un frutto. Piuttosto se la norma è scritta così, ancora una volta
indica che chi scrive certe cose è un imbecille, perchè questo potrebbe
indurre che si possa inserire il conduttore anche senza preventiva
spellatura (speciale preparazione).
martello (11.08.2017, 13:59)
Il 11/08/2017 13:46, liftman ha scritto:
> Il 11/08/2017 13:33, martello ha scritto:
> non è una controindicazione "permettere la connessione senza speciale
> preparazione dl conduttore" non è l'unica via per inserire dei condutori
> in un frutto. Piuttosto se la norma è scritta così, ancora una volta
> indica che chi scrive certe cose è un imbecille, perchè questo potrebbe
> indurre che si possa inserire il conduttore anche senza preventiva
> spellatura (speciale preparazione).


La Norma CEI 23.9 prosegue così:

"Il termine preparazione speciale riguarda la saldatura dei fili del
conduttore, l'uso di cavi con capicorda, la formazione di occhielli,
ecc., ma non la rimessa in forma del conduttore prima della sua
introduzione nel morsetto o l'attorcigliamento di un conduttore
flessibile per consolidarne l'estremità."

Vediamo di capirci: i frutti devono sicuramente permettere il cablaggio
con il filo inserito direttamente senza preparazione.
In senso stretto la norma non vieta l'uso della preparazione speciale.
Ma se abbiamo la certezza, leggendo la norma, che il frutto sia montato
correttamente inserendo il cavo senza capicorda la certezza contraria
non possiamo averla (a meno che il costruttore non lo espliciti).

Poi vale sempre il punto 1.
scossa.vr (11.08.2017, 14:17)
Il giorno venerdì 11 agosto 2017 12:02:11 UTC+2, Erasmo da Rotterdam ha scritto:
> Secondo voi, è eccessivamente paranoico crimpare dei capicorda per
> collegare le prese e per fare i ponticelli tra più frutti della stessa
> scatola?


Vai tranquillo, l'ho fatto da poco su 180 ponticelli per collegare le due prese (una schuko ed una bipasso) su 60 telaietti. Lavoro pulito, ordinato esicuro.

> Controindicazioni, tempo e costi delle boccole a parte?


nessuna, la maggiore resistenza di contatto è irrilevante ed ai fini della "probabilità di guasto" ha un peso enormemente maggiore un inadeguato serraggio dei morsetti rispetto al'uso o non uso dei puntalini.

P.S.: la cosa importante è NON attorcigliare il trefolo prima di inserirlo nel puntalino.
Roberto (11.08.2017, 14:24)
<scossa.vr> ha scritto nel messaggio
news:5fad

> Vai tranquillo, l'ho fatto da poco su 180 ponticelli per collegare le due
> prese (una schuko ed una bipasso) su 60 telaietti. Lavoro pulito, ordinato
> e sicuro.


Io ne ho licenziato uno che faceva come te.
Memmeddu (11.08.2017, 14:26)
Scos scrive
>P.S.: la cosa importante è NON attorcigliare il trefolo prima di inserirlo nel puntalino.


Molto interessante questo passaggio, io avrei giurato il contrario....
Vale per tutti i capicorda?
Sai è una cosa che mi interessa molto,molte connessioni da me realizzate sono dotate di capicorda.
Cosa potrebbe comportare attorcigliare il trefolo?
Poi ne approfitto per un ultimo consiglio per le stagnature è meglio attorcigliare il trefolo oppure no?
Intendo stagnatusa su cavetto poi da inserire in qualche interruttore di utensile.

Grazie
martello (11.08.2017, 14:31)
> Lavoro pulito, ordinato e sicuro.

Come dire che tutti gli elettricisti italiani fanno un lavoro sporco,
disordinato e poco sicuro.
Roberto (11.08.2017, 14:31)
"Soviet_Mario" <SovietMario> ha scritto nel messaggio
news:src1
> Io ho la paranoia di stringere sempre troppo i fili, e a stento mi
> supportano un secondo serraggio senza eccessiva falcidie di fili di rame
> (tipo la caduta dei capelli).


Se il morsetto ti trancia il cavo stai usando morsetti di MERDA, direi di
smetterla.
Franzthepanz (11.08.2017, 14:39)
> Secondo voi, è eccessivamente paranoico crimpare dei capicorda per
> collegare le prese e per fare i ponticelli tra più frutti della stessa
> scatola?


> Controindicazioni, tempo e costi delle boccole a parte? Da elettricista:


i morsetti dei frutti attuali sono "studiati" per stringere conduttori senza l'aggiunta
di capicorda. Per esperienza ho trovato più di qualche volta dei frutti montati da
qualche collega "scrupoloso" o utente con smanie di perfezionismo con puntali crimpati
tutti leggermente lenti se non facilmente sfilabili a mano e quindi a rischio
surriscaldamento.
Il mio consiglio e di non mettere capicorda alcuno sui frutti ma solo dove effettivamente
servono cioè dove il filo da stingere non verrebbe fissato in maniera sicura e stabile.
Franzthepanz (11.08.2017, 14:40)
> "Soviet_Mario" <SovietMario> ha scritto nel messaggio
> news:src1
>> Io ho la paranoia di stringere sempre troppo i fili, e a stento mi
>> supportano un secondo serraggio senza eccessiva falcidie di fili di rame
>> (tipo la caduta dei capelli).

> Se il morsetto ti trancia il cavo stai usando morsetti di MERDA, direi di
> smetterla.


+1

Discussioni simili