faretesto > comp.os.* > comp.os.linux.debian

wollammudeg (21.04.2017, 08:56)
Ho letto che Ubuntu ha un servizio, nella nuova versione, che migliora
la visione sullo schermo riducendo l'affaticamento della vista:

"Non Ŕ questo l'ambito per elencare tutte le nuove caratteristiche di
GNOME, ma alcune funzionalitÓ sono estremamente degne di nota. Tra
queste, GNOME Night Light Ŕ una novitÓ assoluta e si tratta di una
applicazione che regola la temperatura dello schermo in base all'orario
della giornata. Attenuando la luce blu attraverso transazioni verso
tonalitÓ pi¨ calde, GNOME Night Light contribuisce a ridurre
l'affaticamento degli occhi, a promuovere cicli di sonno naturale e
costituisce un vero toccasana per la salute degli utenti. GNOME Night
Light regola il colore dello schermo utilizzando i tempi di alba e
tramonto per la propria posizione(rilevata automaticamente), ma Ŕ anche
possibile creare pianificazioni personalizzate."

E' possibile applicarlo su Debian Mate? Inoltre come si regola la
luminositÓ con Debian Mate? Ho cercato nei men¨ ma su i desktop non mi
compare alcuna opzione per poterla regolare.
Ho trovato il programma Redredshift 1-11 ma il tar gz
non si scarica correttamente,
come si installa con i sorgenti? Per la latitudine si pu˛ utilizzare il
sito:
Grazie.
Yoda (21.04.2017, 09:14)
Addi' 21 apr 2017, wollammudeg scrive:

> Ho letto che Ubuntu ha un servizio, nella nuova versione, che migliora
> la visione sullo schermo riducendo l'affaticamento della vista:

.....................
.....................
.....................
> E' possibile applicarlo su Debian Mate? Inoltre come si regola la
> luminosità con Debian Mate? Ho cercato nei menù ma su i desktop non mi
> compare alcuna opzione per poterla regolare.
> Ho trovato il programma Redredshift 1-11 ma il tar gz
> non si scarica correttamente,
> come si installa con i sorgenti? Per la latitudine si pu├▓ utilizzare il
> sito:
> Grazie.


Interessante! io ce l'ho regolato fisso verso il rosso da hardware,
comunque il pacchetto redshift esiste da parecchio perche' c'e' anche
per la stable jessie che ho io, guarda:

[~]yoda_$: axi-cache show redshift

Package: redshift
Version: 1.9.1-4
Installed-Size: 211
Maintainer: Ritesh Raj Sarraf <rrs>
Architecture: i386
Depends: libc6 (>= 2.17), libdbus-1-3 (>= 1.0.2), libdbus-glib-1-2 (>= 0.78),
libdrm2 (>= 2.4.3), libgeoclue0 (>= 0.11.1), libglib2.0-0 (>= 2.12.0),
libx11-6, libxcb-randr0 (>= 1.3), libxcb1, libxml2 (>= 2.6.27), libxxf86vm1
Description-it: regola la temperatura dei colori dello schermo
La temperatura dei colori viene configurata in base alla posizione del
sole. Viene impostata una diversa temperatura dei colori di giorno e di
notte. Al tramonto e al mattino presto la temperatura dei colori passa
gradualmente dalla temperatura della notte a quella del giorno per
permettere agli occhi di adattarsi lentamente.
wollammudeg (21.04.2017, 13:02)
Yoda <yoda> ha scritto:

> Addi' 21 apr 2017, wollammudeg scrive:
> .....................
> .....................
> ..
> Interessante! io ce l'ho regolato fisso verso il rosso da hardware,
> comunque il pacchetto redshift esiste da parecchio perche' c'e' anche
> per la stable jessie che ho io, guarda:
> [~]yoda_$: axi-cache show redshift


Comandi:

sudo apt-get install redshift
Lettura elenco dei pacchetti... Fatto
Generazione albero delle dipendenze
Lettura informazioni sullo stato... Fatto
E: Impossibile trovare il pacchetto redshift

sudo axi-cache show redshift
[sudo] password for computer64bit:
sudo: axi-cache: comando non trovato

axi-cache show redshift
bash: axi-cache: comando non trovato

Suggerimenti?
M_M (21.04.2017, 14:25)
ven, 21 apr 2017, 10:02:03, wollammudeg ha scritto:

> sudo apt-get install redshift
> Lettura elenco dei pacchetti... Fatto
> Generazione albero delle dipendenze
> Lettura informazioni sullo stato... Fatto
> E: Impossibile trovare il pacchetto redshift [CUT]
> Suggerimenti?


Attendere che il problema temporaneo del server venga superato (come ha
fatto "afymmebe-2619" giorni fa per Skype) oppure cambiare gli indirizzi
dei server dei repository nel source.list .
Yoda (21.04.2017, 16:02)
Addi' 21 apr 2017, wollammudeg scrive:
> Yoda <yoda> ha scritto:
>> Addi' 21 apr 2017, wollammudeg scrive:



> Comandi:
> sudo apt-get install redshift
> Lettura elenco dei pacchetti... Fatto
> Generazione albero delle dipendenze
> Lettura informazioni sullo stato... Fatto
> E: Impossibile trovare il pacchetto redshift


Per questa impossibilita' una spiegazione l'ha data M_M.
Puoi anche dare:

[~]yoda_$: apt-cache madison redshift

e vedi se e che versioni ci sono da te.

Tra l'altro se uno ha KDE c'era gia' da tempo e c'e' redshift-plasmoid
che dev'essere +o- lo stesso di quel che dici di GNOME, a me non
interessano perche' ho LXDE, invece redshift e' a riga di comando
(e loro devono essere semplici frontend grafici per redshift).

> sudo axi-cache show redshift
> [sudo] password for computer64bit:
> sudo: axi-cache: comando non trovato
> axi-cache show redshift
> bash: axi-cache: comando non trovato
> Suggerimenti?


axi-cache e' un comando che per averlo bisogna installarlo, ma e' solo
un ausilio per comodita'. Tu che non ce l'hai devi dare:

[~]yoda_$: apt-cache show redshift

Tra parentesi: sudo non serve con apt-cache, serve solo per installare
con apt-get -- Ciao
B.C. (22.04.2017, 09:34)
Fri, 21 Apr 2017 05:56:28 GMT
"wollammudeg" <wollammudeg-5432> wrote:

> Inoltre come si regola la
> luminositÓ con Debian Mate?


da terminale:

xrandr --output HDMI1 --brightness 1.0

al posto di HDMI1 dovrai mettere il nome della tua interfaccia se
diversa, 1.0 ? il valore base quindi se lo vuoi + luminoso metterai ad
esempio 1.1, viceversa se vuoi - luminosit? metterai 0.9

le modifiche non sono permanenti, vanno perse al riavvio,
se le vuoi rendere permanenti puoi inserire il comando tra le
apllicazioni in avvio automatico
M_M (22.04.2017, 13:01)
sab, 22 apr 2017, 08:34:51, B.C. ha scritto:

> Fri, 21 Apr 2017 05:56:28 GMT
> "wollammudeg" <wollammudeg-5432> wrote:
> da terminale:
> xrandr --output HDMI1 --brightness 1.0
> al posto di HDMI1 dovrai mettere il nome della tua interfaccia se
> diversa, 1.0 Ŕ il valore base quindi se lo vuoi + luminoso metterai ad
> esempio 1.1, viceversa se vuoi - luminositÓ metterai 0.9
> le modifiche non sono permanenti, vanno perse al riavvio,
> se le vuoi rendere permanenti puoi inserire il comando tra le
> apllicazioni in avvio automatico


Nel file di configurazione di redshift si possono anche impostare due
differenti gradi di luminosita`, per il giorno e per la notte, ed e`
appunto randr il metodo di default utilizzato per passare da l'una
all'altra.

; Set the adjustment-method: 'randr', 'vidmode'
; type 'redshift -m list' to see all possible values
; 'randr' is the preferred method, 'vidmode' is an older API
; but works in some cases when 'randr' does not.

Leggendo il tuo post m'e` venuto in mente un altro comando, cioe`
xbacklight, che utilizzai anni fa per ovviare ad un bug di Ubuntu che si
avviava con lo schermo nero.

In quel caso il comando, tipo
xbacklight -set 90.000000
si poteva porre nel file
/etc/gdm3/Init/Default
prima della riga finale
exit 0
cosi` da regolare la luminosita` all'avvio di ogni sessione grafica
degli utenti.
wollammudeg (23.04.2017, 08:49)
M_M <spam> ha scritto:

> sab, 22 apr 2017, 08:34:51, B.C. ha scritto:
> Nel file di configurazione di redshift si possono anche impostare due
> differenti gradi di luminosita`, per il giorno e per la notte, ed e`
> appunto randr il metodo di default utilizzato per passare da l'una
> all'altra.
> ---


Non si potrebbe segnalare di metterlo di serie e magari mettere nei vari
pannelli di controllo anche l'impostazione di questa utility?
Non saprei come fare, soprattutto in inglese... ;)
M_M (23.04.2017, 13:09)
dom, 23 apr 2017, 05:49:50, wollammudeg ha scritto:

> Non si potrebbe segnalare di metterlo di serie e magari mettere nei vari
> pannelli di controllo anche l'impostazione di questa utility?
> Non saprei come fare, soprattutto in inglese... ;)


Ma ti immagini se esaudissero le richieste di tutti gli utenti?
Il sistema avrebbe una dimensione spropositata ... :-)
L'importante e` che ci sia il pacchetto nei repository; alla fine sei
riuscito ad installarlo?

Come gia` detto piu` volte il fatto che la documentzione sia in inglese
non e` piu` un grosso problema anche per chi non sa la lingua, visto che
i traduttori automatici online funzionano sufficientemente bene.

Ad esempio questa e` la pagina ufficiale di redshift:



e questa e` la sezione "Descrizione del progetto" tradotta da google:

Redshift consente di regolare la temperatura del colore in base alla
posizione del sole. Una temperatura di colore diverso Ŕ impostato
durante la notte e il giorno. Durante il crepuscolo e la mattina presto,
la temperatura di colore passa gradualmente dalla sera alla temperatura
di giorno per consentire gli occhi di adattarsi lentamente. Di notte la
temperatura del colore deve essere impostata in modo che corrisponda
alle lampade in camera. Questo Ŕ tipicamente una bassa temperatura a
circa 3000K-4000K (predefinita Ŕ 3700K). Durante il giorno, la
temperatura di colore deve corrispondere la luce dall'esterno, in genere
circa 5500K-6500K (di default Ŕ 5500K). La luce ha una temperatura pi¨
alta in una giornata nuvolosa.

Mi sembra abbastanza comprensibile, o no?

Verso il fondo della pagina c'e` anche un esempio di file di
configurazione che potrai copiarti e metterlo manualmente nella Home in

~/.config/redshift.conf

Naturalmente dovrai poi aggiustartelo un po' per le tue esigenze.

Ad esempio la temperatura della luce notturna impostata a 3500 per me
non andava bene e l'ho alzata a

temp-night=5200

Ho modificato anche la luminosita` diurna e notturna, dopo aver tolto i
punti e virgola che rendono le righe dei commenti:

brightness-day=0.8
brightness-night=0.7

e impostato la giusta latitudine e longitudine per la mia zona.
Forse ti e` gia` stato scritto, se no guarda qui:



In ultimo ho corretto a

screen=0

l'indicazione per il monitor ma puoi anche commentare la riga col solito
punto e virgola se hai piu` schermi e vuoi che redshift applichi a tutti
le impostazioni.

Nota poi che se vuoi esiste anche 'redshift-gtk' che ti aggiunge
un'icona di stato sul pannello.
wollammudeg (29.04.2017, 17:51)
M_M <spam> ha scritto:

> dom, 23 apr 2017, 05:49:50, wollammudeg ha scritto:
> ...
> Ma ti immagini se esaudissero le richieste di tutti gli utenti?
> Il sistema avrebbe una dimensione spropositata ... :-)
> L'importante e` che ci sia il pacchetto nei repository; alla fine sei
> riuscito ad installarlo?


Si.

> Come gia` detto piu` volte il fatto che la documentzione sia in inglese
> non e` piu` un grosso problema anche per chi non sa la lingua, visto che
> i traduttori automatici online funzionano sufficientemente bene.
> ....
> screen=0
> l'indicazione per il monitor ma puoi anche commentare la riga col solito
> punto e virgola se hai piu` schermi e vuoi che redshift applichi a tutti
> le impostazioni.
> Nota poi che se vuoi esiste anche 'redshift-gtk' che ti aggiunge
> un'icona di stato sul pannello.

Sono riuscito ad installrlo. Se avvio il programma dal pannello di
controllo non
succede niente. Rimane in attesa di essere avviato. Manualmente non ho
provato.
M_M (29.04.2017, 20:01)
sab, 29 apr 2017, 14:51:04, wollammudeg ha scritto:

> Sono riuscito ad installrlo. Se avvio il programma dal pannello di
> controllo non
> succede niente. Rimane in attesa di essere avviato. Manualmente non ho
> provato.


Dovresti provare ad avviarlo dal terminale.

Cerca dove si trova l'eseguibile col comando
which redshift

Cmq credo che il comando per avviarlo sia

/usr/bin/redshift

Se vuoi avere anche l'icona sul pannello, installa redshift-gtk e quindi
poi per lanciarlo il comando sara`

/usr/bin/redshift-gtk

Una volta avviato, potrai ritoccare come ti necessita il file di
configuazione che trovi nella tua Home:

~/.config/redshift.conf

Alla fine quando sara` a posto lo farai avviare in automatico ma quello
e` il passo successivo ..
wollammudeg (29.04.2017, 20:12)
M_M <spam> ha scritto:

> sab, 29 apr 2017, 14:51:04, wollammudeg ha scritto:
> Dovresti provare ad avviarlo dal terminale.
> Cerca dove si trova l'eseguibile col comando
> which redshift
> Cmq credo che il comando per avviarlo sia
> /usr/bin/redshift


/usr/bin/redshift
Trying location provider `geoclue'...
Unable to obtain master client: The name org.freedesktop.Geoclue.Master was not
provided by any .service files
Impossibile avviare il provider geoclue.
Provando il prossimo provider...
Trying location provider `manual'...
Latitude and longitude must be set.

> Se vuoi avere anche l'icona sul pannello, installa redshift-gtk e quindi
> poi per lanciarlo il comando sara`
> /usr/bin/redshift-gtk


Forse Ŕ incompatibile con Debian Mate, anche cosý non succede nulla.

> Una volta avviato, potrai ritoccare come ti necessita il file di
> configuazione che trovi nella tua Home:
> ~/.config/redshift.conf


No, non c'e'.

> Alla fine quando sara` a posto lo farai avviare in automatico ma quello
> e` il passo successivo ..


Ok
M_M (29.04.2017, 20:41)
sab, 29 apr 2017, 17:12:27, wollammudeg ha scritto:

> /usr/bin/redshift
> Trying location provider `geoclue'...
> Unable to obtain master client: The name org.freedesktop.Geoclue.Master was not
> provided by any .service files
> Impossibile avviare il provider geoclue.


Devi avere impostare in
/home/$USER/.config/redshift.conf
queste righe cosi`:

; Set the location-provider: 'geoclue', 'gnome-clock', 'manual'
; type 'redshift -l list' to see possible values
; The location provider settings are in a different section.
location-provider=manual

>> /usr/bin/redshift-gtk

> Forse Ŕ incompatibile con Debian Mate, anche cosý non succede nulla.


Ma tu il pacchetto "redshift-gtk" l'hai installato?

>> ~/.config/redshift.conf

> No, non c'e'.


Strano, cosa restituisce questo comando? :

find / -name redshift.conf 2>/dev/null
wollammudeg (01.05.2017, 09:26)
M_M <spam> ha scritto:

> sab, 29 apr 2017, 17:12:27, wollammudeg ha scritto:
>...
> Devi avere impostare in
> /home/$USER/.config/redshift.conf
> queste righe cosi`:
> ; Set the location-provider: 'geoclue', 'gnome-clock', 'manual'
> ; type 'redshift -l list' to see possible values
> ; The location provider settings are in a different section.
> location-provider=manual


Fatto.

> >> /usr/bin/redshift-gtk

> > Forse Ŕ incompatibile con Debian Mate, anche cosý non succede nulla.

> Ma tu il pacchetto "redshift-gtk" l'hai installato?


:~$ which redshift-gtk
/usr/bin/redshift-gtk

> >> ~/.config/redshift.conf

> > No, non c'e'.

> Strano, cosa restituisce questo comando? :
> find / -name redshift.conf 2>/dev/null Nessun risultato.


Dopo averlo creato:

:~find / -name redshift.conf 2>/dev/nullnf
/home/computer64bit/.config/redshift.conf
wollammudeg (01.05.2017, 09:31)
M_M <spam> ha scritto:

> sab, 29 apr 2017, 17:12:27, wollammudeg ha scritto: P.S., dopo aver creato il file di cfg:


:~$ redshift
Assignment outside section in config file.
Unable to load config file.

Discussioni simili