faretesto > comp.* > comp.musica.mp3

Camaleonte (12.01.2009, 02:01)
Dovrei passare tutti i miei cd, forse una 40ina, in mp3. Sono di musica
classica, ed ho intenzione in un prossimo futuro, di ascoltarli in
macchina, appena potrò acquistare un nuovo stereo compatibile con il
formato in questione. Avevo pensato di farli al massimo della qualità
che WMPlayer riesce, cioè 320 Mbps. Vorrei qualche consiglio più
preciso, perché forse potrebbe andare bene anche un bit rate inferiore.

Attendo consigli, saluti ;o)
Marco Pellegrini (13.01.2009, 16:42)
Hello Camaleonte, dalla mia postazione Mac rispondo al tuo messaggio del
12/01/09 01:01 con queste parole:

> Dovrei passare tutti i miei cd, forse una 40ina, in mp3. Sono di musica
> classica, ed ho intenzione in un prossimo futuro, di ascoltarli in
> macchina, appena potrò acquistare un nuovo stereo compatibile con il
> formato in questione. Avevo pensato di farli al massimo della qualità
> che WMPlayer riesce, cioè 320 Mbps. Vorrei qualche consiglio più
> preciso, perché forse potrebbe andare bene anche un bit rate inferiore.
> Attendo consigli, saluti ;o)


Lame con EAC 192VBR (per dettagli e suggerimenti su EAC, avrai risposte piu
precise)

oppure AAC con iTunes a 160.

Comunque sia, per un ascolto in Auto, va bene più o meno tutto.

Per praticità, se non hai molta esperienza, la seconda opzione è la
migliore.

Attenzione ai tag poiche sulla musica classica, non sempre vengono assegnati
in modo corretto a quanto ho sentito dire.

Ciao, Marco Pellegrini
Trystero (14.01.2009, 20:22)
Marco Pellegrini wrote:

> Attenzione ai tag poiche sulla musica classica, non sempre vengono assegnati
> in modo corretto a quanto ho sentito dire.


Lasciando fare ai programmi che si collegano con i database in rete, nei
CD di classica quasi sempre "Artista" è l'esecutore, mentre l'autore
delle musiche va in "Compositore".

Questo può essere fastidioso se uno non è un esperto appassionato,
perché si trova ad avere tra gli Artisti i nomi dei direttori
d'orchestra, o delle orchestre stesse, o degli esecutori dei singoli
brani (violinisti, pianisti...). Tutti nomi che possono non essere
immediatamente familiari quanto il compositore.

Chi vuole semplificarsi l'ascolto può però ridefinire i diversi tag a
suo piacere.

Artista/Compositore però è il meno, spesso ci sono errori nei titoli dei
brani, soprattutto se si tratta di movimenti che fanno parte di
composizioni. Tante volte ho trovato i titoli scambiati e con pazienza
mi sono messo a correggere basandomi sulle note di copertina.
Camaleonte (17.01.2009, 00:34)
Scriveva Marco Pellegrini martedì, 13/01/2009:

> Lame con EAC 192VBR (per dettagli e suggerimenti su EAC, avrai risposte piu
> precise)


Il formato Lame? e il software è EAC 192VBR? Un pò di difficoltà non mi
spaventa, non per altro per il lavoraccio che dovrei fare ;-) tanto
vale farlo per bene, o no? :-)

Mi chiedo a questo punto se lo stereo legge quei formati, ma forse la
domanda è scontata...

Ciao, a presto ;o)
Andre@ (17.01.2009, 02:54)
Camaleonte ha scritto:
> Scriveva Marco Pellegrini martedì, 13/01/2009:
>> Lame con EAC 192VBR (per dettagli e suggerimenti su EAC, avrai
>> risposte piu
>> precise)

> Il formato Lame?


No, Lame è un encoder open source. Il formato è MP3 (l' encoder è quello
che trasforma in mp3, in parole povere).

> e il software è EAC 192VBR?


Ni, il software è EAC (Exact Audio Copy), il ripper per eccellenza. Il
192 sta per il bitrate, VBR invece è una sigla che sta per Variable Bit
Rate ed indica un encoding nel quale il bitrate varia a seconda della
complessità dell' onda originale (ora non ricordo se il lame piglia il
192 come media o come valore massimo, ma propendo per la seconda).

> Mi chiedo a questo punto se lo stereo legge quei formati, ma forse la
> domanda è scontata...


Neanche tanto, alcuni vecchi lettori MP3 non leggono i VBR. Sta di fatto
che se hai qualcosa prodotta negli ultimi 5 anni stai al sicuro al 99%.
Camaleonte (17.01.2009, 17:32)
Scriveva Andre@ sabato, 17/01/2009:

cut

> Ni, il software è EAC (Exact Audio Copy), il ripper per eccellenza. Il 192
> sta per il bitrate, VBR invece è una sigla che sta per Variable Bit Rate ed
> indica un encoding nel quale il bitrate varia a seconda della complessità
> dell' onda originale (ora non ricordo se il lame piglia il 192 come media o
> come valore massimo, ma propendo per la seconda).


nemmeno sapevo del bit rate variabile :/ è un pò quello che fa DVD
shrink, quando analizza il filmato frame alla volta, per valutare dove
aumentare o diminuire il bit rate nel filmato. E come va con la musica?
quando ad esempio ci sono pause di silenzio nella classica, si abbassa
il bit rate? Se il principio è questo va benone, bisogna vedere come si
sentono gli mp3 estratti in questo modo ;o)

> Neanche tanto, alcuni vecchi lettori MP3 non leggono i VBR. Sta di fatto che
> se hai qualcosa prodotta negli ultimi 5 anni stai al sicuro al 99%


ancora non lo compro ;-)
Andre@ (18.01.2009, 17:37)
Camaleonte ha scritto:
> Scriveva Andre@ sabato, 17/01/2009:
> cut
> nemmeno sapevo del bit rate variabile :/ è un pò quello che fa DVD
> shrink, quando analizza il filmato frame alla volta, per valutare dove
> aumentare o diminuire il bit rate nel filmato. E come va con la musica?
> quando ad esempio ci sono pause di silenzio nella classica, si abbassa
> il bit rate? Se il principio è questo va benone, bisogna vedere come si
> sentono gli mp3 estratti in questo modo ;o)


Se non hai apparecchiature audiofile i 192 BPS sono una qualità talmente
alta che è irriconoscibile dall' originale. Ovviamente la qualità
dipende dall' originale che rippi e dall' impianto dal quale ascolti.
Se hai degli amplificatori e diffusori hi-fi di ottima fattura allora la
differenza la senti eccome, ma credo non sia il tuo caso, dato che vuoi
convertire in mp3.

>> Neanche tanto, alcuni vecchi lettori MP3 non leggono i VBR. Sta di
>> fatto che se hai qualcosa prodotta negli ultimi 5 anni stai al sicuro
>> al 99%

> ancora non lo compro ;-)


Vedi tu, comunque puoi scegliere il formato CBR, con bitrate costante,
che viene letto da qualsiasi lettore. Il lato negativo è che occupa
spazio in più.
Camaleonte (18.01.2009, 23:18)
Scriveva Andre@ domenica, 18/01/2009:

> Vedi tu, comunque puoi scegliere il formato CBR, con bitrate costante, che
> viene letto da qualsiasi lettore. Il lato negativo è che occupa spazio in
> più.


CBR umhhh... mi ricorda qualcosa :-)

ah ecco, la nota casa di moto, suonata da Valentino ;-)

grazie per le dritte, a presto ;o)
Discussioni simili