faretesto > istruzione.* > istruzione.scuola

jerosolomitanus (14.12.2019, 21:04)
Tutto cambia, tutto si aggiorna... E se nel 1968 per ottenere il 6
politico si protestava, scendendo in piazza e occupando le università,
oggi basta recarsi comodamente dal medico e farsi certificare un DSA.
Gennaro (15.12.2019, 17:59)
Il 14/12/2019 21:04, jerosolomitanus ha scritto:
> Tutto cambia, tutto si aggiorna... E se nel 1968 per ottenere il 6
> politico si protestava, scendendo in piazza e occupando le università,
> oggi basta recarsi comodamente dal medico e farsi certificare un DSA.

La cosa più grave e che il diploma non riporterà mai che quel traguardo
è stato raggiunto attraverso strumenti compensativi e dispensativi.
Un clamoroso falso di cui la scuola è coattamente complice.
Soviet_Mario (15.12.2019, 19:48)
On 15/12/19 16:59, Gennaro wrote:
> Il 14/12/2019 21:04, jerosolomitanus ha scritto:
> La cosa più grave e che il diploma non riporterà mai che
> quel traguardo è stato raggiunto attraverso strumenti
> compensativi e dispensativi.
> Un clamoroso falso di cui la scuola è coattamente complice.


superconcordo e rilancio : non soltanto i voti
compensati-dispensati-inklusi-individualizzati sono fasulli

anche una buona quota degli altri è falsificata
silenziosamente ad ogni pseudovotazione

in un certo senso quelli "certificati" sarebbero più
tracciabili degli altri perché se restasse prova della
documentazione archiviata farebbero subito sospettare
l'imbroglio almeno su base indiziaria, mentre di quella zona
grigia condonata ma non certificata svanisce ogni traccia,
salvo riaffiorare beffarda in ogni statistica sovranazionale
posi (16.12.2019, 14:45)
Il 14/12/19 20:04, jerosolomitanus ha scritto:
> Tutto cambia, tutto si aggiorna... E se nel 1968 per ottenere il 6
> politico si protestava, scendendo in piazza e occupando le università,
> oggi basta recarsi comodamente dal medico e farsi certificare un DSA.


Peccato che nessuna delle millemila misure dispensative e compensative
previste dalla legge comprenda l'uso di prove semplificate, programmi
ridotti, o valutazioni differenziate.

E' vero che spesso il professore preferisce semplificarsi la vita e
regalare il 6, approfittando del fatto che nessun genitore verrà mai a
protestare per una promozione ingiusta, ma non è certo la legge a
chiederlo.

Lo stesso lassismo porta il professore a fingere che un qualsiasi pezzo
carta firmato dal medico di famiglia sia un "certificato DSA".
tumburin (25.12.2019, 06:00)
Il giorno lunedì 16 dicembre 2019 13:45:13 UTC+1, posi ha scritto:

> E' vero che spesso il professore preferisce semplificarsi la vita e
> regalare il 6, approfittando del fatto che nessun genitore verrà maia
> protestare per una promozione ingiusta, ma non è certo la legge a
> chiederlo.


Lei, Posi, non insegna vero? Certamente non ha mai partecipato a un consiglio di classe. Al di là di questadiscussione piuttosto sterile sui dsa,il voto e la promozione sono di consiglio e non del singolo professore.

> Lo stesso lassismo porta il professore a fingere che un qualsiasi pezzo
> carta firmato dal medico di famiglia sia un "certificato DSA".


Ha idea della burocrazia scolastica? Un singolo professore che finge della validità di un certificato? Siamo al ridicolo. Spero solo che non abbia nulla a che fare con la scuola, neppure come genitore, vista la sua facilità con cui dà del lassista e del mentitore a imprecisati professori.
Gennaro (25.12.2019, 11:27)
Il 25/12/2019 05:00, tumburin ha scritto:
> Il giorno lunedì 16 dicembre 2019 13:45:13 UTC+1, posi ha scritto:
>> E' vero che spesso il professore preferisce semplificarsi la vita e
>> regalare il 6, approfittando del fatto che nessun genitore verrà mai a
>> protestare per una promozione ingiusta, ma non è certo la legge a
>> chiederlo.

> Lei, Posi, non insegna vero? Certamente non ha mai partecipato a un consiglio di classe. Al di là di >questa discussione piuttosto sterile sui dsa,

La questione sui BES e sui DSA è assai complessa e meriterebbe una presa
di posizione ben chiara anche da parte dei docenti che fanno parte di
questo meccanismo che talvolta diventa assai perverso.
In primis cosa pensi del fatto che il diploma finale non riporti nulla
dei traguardi raggiunti attraverso un percorso didattico diverso?
Father McKenzie (25.12.2019, 12:47)
Il 25/12/2019 10:27, Gennaro ha scritto:
> In primis cosa pensi del fatto che il diploma finale non riporti nulla
> dei traguardi raggiunti attraverso un percorso didattico diverso?


Avevo un dislessico nell'ultima classe 5 che, eccezion fatta per le
difficoltà nei compiti scritti, che comunque si sforzava di eseguire
(grafia da geroglifici), all'orale dell'esame ha steso tutta la
commissione con una parlantina e un piglio da oratore. Non ha potuto
avere il 100 per via degli scritti, e mi è sembvrata un'ingiustizia, e
poi dicono che da noi al sud molliamo i cento a tutti... nel mio
istituto sono stati quattro o cinque fra tutte le commissioni, e qui di
sezioni avevamo dalla A alla M
Gennaro (26.12.2019, 09:28)
Il 25/12/2019 11:47, Father McKenzie ha scritto:
> Il 25/12/2019 10:27, Gennaro ha scritto:
> Avevo un dislessico nell'ultima classe 5 che, eccezion fatta per le
> difficoltà nei compiti scritti, che comunque si sforzava di eseguire
> (grafia da geroglifici), all'orale dell'esame ha steso tutta la
> commissione con una parlantina e un piglio da oratore. Non ha potuto
> avere il 100 per via degli scritti, e mi è sembvrata un'ingiustizia,


Mi pare di capire che il disturbo fosse solo di grafia poco leggibile,
non di errori di forma o di ortografia...
tumburin (26.12.2019, 15:35)
Il giorno mercoledì 25 dicembre 2019 10:27:53 UTC+1, Gennaro ha scritto:

> La questione sui BES e sui DSA è assai complessa e meriterebbe una presa
> di posizione ben chiara anche da parte dei docenti che fanno parte di
> questo meccanismo che talvolta diventa assai perverso.
> In primis cosa pensi del fatto che il diploma finale non riporti nulla
> dei traguardi raggiunti attraverso un percorso didattico diverso?


Ci sono poche cose nel nostro lavoro che non siano complesse, ahinoi? Per nessuno studente è riportato nulla del percorso, un medesimo voto finale non dice che cosa esattamente lo studente sappia, anche se 'mediamente' riflette il valore dello studente. Come dice più sotto Father McKenzie il voto finale può non essere a vantaggio dello studente con dsa.

Comunque per gli studenti più gravi: "In sede di esame di Stato sostengono prove differenziate, non equipollenti a quelle ordinarie, coerenti conil percorso svolto, finalizzate solo al rilascio dell'attestato di creditoformativo, di cui al comma 5?.

Riporto anche io il caso di un amico di famiglia, con un percorso scolastico tormentato (le bravi maestre che fecero salti mortali dissero alla madre in terza elementare che gli occorrevano anche due-tre minuti per scrivere una parola, con un'ortografia che lasciava desiderare), eppure è riuscito a diplomarsi e, udite udite, è stato chiamato a lavorare da un'azienda informatica una settimana dopo il diploma. (Il padre fra l'altro si scoprì dislessico, e si lavò finalmente di dosso l'epiteto di studente pigro. )
tumburin (26.12.2019, 15:40)
Il giorno mercoledì 25 dicembre 2019 10:27:53 UTC+1, Gennaro ha scritto:

> La questione sui BES e sui DSA è assai complessa e meriterebbe una presa
> di posizione ben chiara anche da parte dei docenti che fanno parte di
> questo meccanismo che talvolta diventa assai perverso.
> In primis cosa pensi del fatto che il diploma finale non riporti nulla
> dei traguardi raggiunti attraverso un percorso didattico diverso?


Ci sono poche cose nel nostro lavoro che non siano complesse, ahinoi? Per nessuno studente è riportato niente del percorso, un medesimo voto finale non dice che cosa esattamente lo studente sappia, anche se 'mediamente' riflette il valore dello studente. Come dice Father McKenzie il voto finale può non essere a vantaggio dello studente con dsa.

Comunque per i più gravi: "In sede di esame di Stato [essi] sostengonoprove differenziate, non equipollenti a quelle ordinarie, coerenti con il percorso svolto, finalizzate solo al rilascio dell'attestato di credito formativo, di cui al comma 5?.

Riporto anche io il caso di un amico di famiglia, con un percorso scolastico tormentato (le bravi maestre che fecero salti mortali dissero alla madre in terza elementare che gli occorrevano anche due-tre minuti per scrivere una parola, con un'ortografia che lasciava desiderare), eppure è riuscito a diplomarsi e, udite udite, è stato chiamato a lavorare da un'azienda informatica una settimana dopo il diploma.
Father McKenzie (26.12.2019, 16:57)
Il 26/12/2019 08:28, Gennaro ha scritto:
> Mi pare di capire che il disturbo fosse solo di grafia poco leggibile,
> non di errori di forma o di ortografia...


anche
Gennaro (26.12.2019, 20:38)
Il 26/12/2019 15:57, Father McKenzie ha scritto:
[..]
Gennaro (26.12.2019, 20:41)
Il 26/12/2019 14:35, tumburin ha scritto:
> Il giorno mercoledì 25 dicembre 2019 10:27:53 UTC+1, Gennaro ha scritto:
> Ci sono poche cose nel nostro lavoro che non siano complesse, ahinoi? Per nessuno studente è riportato >nulla del percorso, un medesimo voto finale non dice che cosa esattamente lo studente sappia, anche se >'mediamente' riflette il valore dello studente


Perché si dà per scontato che abbia raggiunto gli obiettivi standard in
relazione al punteggio ottenuto.

> Comunque per gli studenti più gravi: "In sede di esame di Stato sostengono prove differenziate, non equipollenti a quelle ordinarie, coerenti con il percorso svolto, finalizzate solo al rilascio dell'attestato di credito formativo, di cui al comma 5?.

Qui si parla di studenti con gravi handicap. Per i DSA si fa riferimento
ad altri articoli.
tumanie (26.12.2019, 22:24)
Il giorno giovedì 26 dicembre 2019 19:41:26 UTC+1, Gennaro ha scritto:

> Perché si dà per scontato che abbia raggiunto gli obiettivi standard in
> relazione al punteggio ottenuto.


Cioè sai esattamente la preparazione in ortografia piuttosto che in matematica o in letteratura di un 42 o di un 36?
Non direi.
> Qui si parla di studenti con gravi handicap. Per i DSA si fa riferimento
> ad altri articoli.


Non solo: " I candidati con certificazione di DSA [...], che hanno seguito un percorso didattico differenziato, con esonero dall'insegnamento della/e lingua/e straniera/e, e che sono stati valutati dal consiglio di classe conl'attribuzione di voti e di un credito scolastico relativi unicamente allosvolgimento di tale percorso, in sede di esame di Stato sostengono prove differenziate, non equipollenti a quelle ordinarie, coerenti con il percorsosvolto, finalizzate solo al rilascio dell'attestato di credito formativo di cui all'art. 20, co. 5, del d.lgs. 62 del 2017. Per detti candidati, il riferimento all'effettuazione delle prove differenziate è indicato solonell'attestazione e non nelle tabelle affisse all'albo dell'istituto."
Father McKenzie (27.12.2019, 01:05)
Il 26/12/2019 19:38, Gennaro ha scritto:

> Cioè faceva anche errori di forma ed ortografia?

disgrafia, disortografia e anche discalculia. Però oralmente esponeva da
discretamente a bene

Discussioni simili