faretesto > discussioni.* > discussioni.commercialisti

carloazeglio (07.05.2014, 11:09)
Nel 2013, un sostituto d'imposta ha erogato dei compensi ed operato le
relative ritenute MA non ha versato le ritenute.
Domanda: doveva consegnare ugualmente le certificazioni ex art. 4 DPR
322/1998 ai percipienti?
Grazie, ciao.
Antonio (07.05.2014, 12:31)
> Nel 2013, un sostituto d'imposta ha erogato dei compensi ed operato le
> relative ritenute MA non ha versato le ritenute.
> Domanda: doveva consegnare ugualmente le certificazioni ex art. 4 DPR
> 322/1998 ai percipienti?
> Grazie, ciao.


direi di no. la certificazione attesta il versamento delle ritenute.
Dàvide (07.05.2014, 12:39)
carloazeglio ha scritto mercoledì 07/05/2014 alle 11:09:08 su
it.discussioni.commercialisti:
> Nel 2013, un sostituto d'imposta ha erogato dei compensi ed operato le
> relative ritenute MA non ha versato le ritenute.
> Domanda: doveva consegnare ugualmente le certificazioni ex art. 4 DPR
> 322/1998 ai percipienti?
> Grazie, ciao.


Direi di sì se no il sostituito non può detrarle e quindi le paga due
volte!

--
GiorgioB (07.05.2014, 12:43)
"carloazeglio" ha scritto nel messaggio
news:vtk1

Nel 2013, un sostituto d'imposta ha erogato dei compensi ed operato le
relative ritenute MA non ha versato le ritenute.
Domanda: doveva consegnare ugualmente le certificazioni ex art. 4 DPR
322/1998 ai percipienti?

Le certifica e indica i percettori nel 770.
I percettori le scomputeranno nei rispettivi modelli dichiarativi e a lui
arriverà avviso bonario per sanare la situazione....sempre che non ravveda
prima.
Aglians (07.05.2014, 12:54)
Il 07/05/2014 12:31, Antonio ha scritto:
>> Nel 2013, un sostituto d'imposta ha erogato dei compensi ed operato le
>> relative ritenute MA non ha versato le ritenute.
>> Domanda: doveva consegnare ugualmente le certificazioni ex art. 4 DPR
>> 322/1998 ai percipienti?
>> Grazie, ciao.

> direi di no. la certificazione attesta il versamento delle ritenute.


Direi che certifica di aver operato le ritenute.
Antonio (07.05.2014, 13:55)
> carloazeglio ha scritto mercoledì 07/05/2014 alle 11:09:08 su
> it.discussioni.commercialisti:
> Direi di sì se no il sostituito non può detrarle e quindi le paga due volte!


è l'annosa questione della possibilità di scomputarsi le ritenute non
versate dal sostituto: molte sentenze negano questa possibilità al
sostituito. poi potrai lottare quanto vuoi per dimostrare che hai
incassato il netto ma sono volatili per diabetici, esperienza
personale.
perchè, di fatto, a fronte delle ritenute non versate vanno a rompere
le palle a 2 soggetti:
-al sostituto (se e quando le indica nel 770)
-al sostituito (che dichiara ritenute subite che non trovano riscontro
nei 770 presentati)
con il risultato che, magari, ottengono doppi recuperi:
-dall'erogatore dei compensi che paga con ravvedimento
-dal sostituito che, per non rompersi più di tanto, paga a sua volta la
rettifica dell'AdE perchè non ha in mano una certificazione
FE.P. (07.05.2014, 14:09)
>è l'annosa questione della possibilità di scomputarsi le ritenute non
>versate dal sostituto: molte sentenze negano questa possibilità al
>sostituito. poi potrai lottare quanto vuoi per dimostrare che hai incassato
>il netto ma sono volatili per diabetici, esperienza personale.


Se il sostituto indica le ritenute effettuate e non versate nel 770 il
percettore non dovrebbe avere problemi a dedursele.
carloazeglio (07.05.2014, 15:22)
"GiorgioB" ha scritto
> Le certifica e indica i percettori nel 770.
> I percettori le scomputeranno nei rispettivi modelli dichiarativi e a lui
> arriverà avviso bonario per sanare la situazione....sempre che non ravveda
> prima.


Ringrazio tutti per gli interventi.
Alla luce della maggioranza dei Vs. pareri e da un'attenta rilettura del
comma 6-ter dell'art. 4 del DPR 322/98, propendo anch'io per l'emissione
delle certificazioni, anche in assenza di versamento delle ritenute.
Grazie, saluti.
Discussioni simili