faretesto > diritto.* > diritto.internet

Carlo (20.10.2005, 00:56)
Ciao a tutti.

Premessa: postai su questo NG poche settimane dopo il sequestro dei miei PC
e all'epoca (circa un anno fa), l'Avv. Minotti e altre persone nella mia
stessa spiacevole posizione mi diedero, seppur indirettamente magari, delle
dritte che poi girai direttamente al mio avvocato.

Ora sono qui a riscrivere perché più di un anno è passato ed io ne so
esattamente tanto quanto prima, ovvero il nulla più assoluto

Ammetto ad un certo punto di essermi completamente disinteressato della
faccenda ma francamente, oggi mi chiedo cosa mai avrei dovuto e/o potuto
fare; probabilmente scegliermi un altro avvocato forse.

Riepilogo brevemente i fatti:

Procura della Repubblica presso il Tribunale di Catania (faccio notare che
risiedo all'estremità opposta della penisola)

Decreto di perquisizione e sequestro

Il Pubblico Ministero Dr. XXX XXX

letti gli atti del procedimento in epigrafe indicato relativo ad indagini
preliminari in ordine al reato di cui all'art. 600 ter c.p.

Rilevato che la Polizia Giudiziaria ha individuato nella rete Internet una
casella e-mail il cui utilizzatore, XXX XXX, aveva immesso all'interno di
diversi newsgroups svariati messaggi finalizzati alla commercializzazione di
materiale pedopornografico (non ci credo che possa esistere un coglione
simile.....cmq ho acquistato da Mr. XXX XXX dei libri di informatica);

Atteso che sono state individuate sette persone alle quali il XXX XXX ha
spedito pacchi in contrassegno presumibilmente contenenti il suddetto
materiale ritenuto che appare opportuno disporre perquisizione locale presso
le abitazioni sia del venditore che dei presunti acquirenti del materiale
pedopornografico al fine di accertare l'esistenza di strumentazione
informatica (computer) utilizzata per la vendita e l'acquisto e, rinvenuta
quest'ultima, effettuare ispezione della strumentazione informatica, nonché
al fine di accertare l'esistenza di eventuale materiale pertinente al reato
in oggetto (se almeno scrivessero in italiano.......).

P.Q.M.

Visti gli artt. 358, 247 e ss., 549 c.p.p.;

ORDINA

procedersi, per le finalità in premessa indicate a perquisizione
dell'abitazione di XXX XXX (io sottoscritto).

Quindi un bel dì, ti vedo arrivare l'allegra comitiva col suo bel:

Verbale di perquisizione delegata ai sensi art. 247/3° eseguita in
esecuzione del Decreto nr. 7572/04 emesso in data 02/07/2004 dalla Procura
della Repubblica di Catania per il reato di cui art. 600 ter c.p. a carico
di XXX XXX (sempre presente) nato a XXX il XXX residente in XXX identificato
a mezzo di carta di identità.

Pochi giorni dopo, esattamente il 08/07/2004 gli agenti della postale mi
fanno visita ma a casa non ci sono (ero da mia madre).

Svegliano tutto il condominio (7 di mattina), poi mi trovano al telefono.

Arrivo e la casa è vuota.......cioè niente PC e/o affini, gran delusione
(loro ovviamente).

Si ripiega tutti sulla casa di mia madre a questo punto e qui manco lo
accendono il PC, si fa prima a sequestrare tutto, con CD pieni di dati
personali compresi.

Poi nella sede della mia attività e via un'altro vecchio PC di mio padre con
CD e floppy contenenti dati inerenti il lavoro (no comment).

Faccio trascorrere qualche giorno e vado dall'avvocato (conoscenza di
vecchia data, sui 40, bella gnocca).

"Ho dei contatti a Catania, le saprò dire la prossima settimana".

Non sento nessuno per dieci giorni, telefono allo studio: "L'avvocato è in
ferie per quindici giorni".

Richiamo dopo quasi un mese, ci incontriamo: "Ho un amico avvocato di
Catania che mi deve un favore, lo manderò in avanscoperta".

Passa un mese e mi arriva una parcella di circa 700 Euro......."Hem....hem.....scusi
sa ma prima di parlare di cifre vorrei almeno sapere di cos'altro stiamo
parlando" e non pago, non ricevo nessuna protesta.

Pochi mesi fa vengo a sapere dall'avvocato (perché lo chiamo......sarà
l'ultima volta) che i miei PC sono passati da Catania alla mia provincia,
cioè in mano alla polizia postale che era venuta in casa mia, motivo ? "E
chi lo sa........la prima volta che andrò in tribunale parlerò con l'agente
responsabile".

Tutto tace.

Mi devo incazzare ?

Con chi ?

Con cosa ?

Ditemi voi......se potete.

Lettera Firmata

Un "pedoperseguitato"
Outmind (20.10.2005, 10:29)
"Carlo" <carlo> ha scritto nel messaggio
news:4148
> Ciao a tutti.


Ciao,
non so commentare il tuo caso ma pensa che ad un mio amico hanno sequestrato
*tutto* il computer (compreso monitor... tastiera... MOUSE... quasi quasi
prendevano pure la ciabatta di alimentazione... vabbè) ad inizio 2003, per
presunta pirateria... e da allora tutto tace, son passati più di due anni e
mezzo.
extrabyte (20.10.2005, 11:15)
"Carlo" <carlo> ha scritto >
> Ciao a tutti.
> Premessa: postai su questo NG poche settimane dopo il sequestro dei miei
> PC e all'epoca (circa un anno fa), l'Avv. Minotti e altre persone nella
> mia stessa spiacevole posizione mi diedero, seppur indirettamente magari,
> delle dritte che poi girai direttamente al mio avvocato.


mi ricordo perfettamente del tuo post.

> Riepilogo brevemente i fatti:
> Procura della Repubblica presso il Tribunale di Catania (faccio notare che
> risiedo all'estremità opposta della penisola)
> Decreto di perquisizione e sequestro


[SNIP]

> Visti gli artt. 358, 247 e ss., 549 c.p.p.;
> ORDINA
> procedersi, per le finalità in premessa indicate a perquisizione
> dell'abitazione di XXX XXX (io sottoscritto).


[SNIP]

sembra un sequestro probatorio di INIZIATIVA, poichè la PG era in possesso
di un decretto di perquisizione senza specificare il materiale da
sequestrare. Visto che ti hanno sequestrato un bel pò di roba, il sequestro
andava convalidato dalla procura. Quindi dovresti informarti circa
l'eventuale convalida. Se non è stato convalidato, il sequestro è
illegittimo

> Si ripiega tutti sulla casa di mia madre a questo punto e qui manco lo
> accendono il PC, si fa prima a sequestrare tutto, con CD pieni di dati
> personali compresi.


potrebbe configurarsi il reato di violazione di domicilio. Leggi bene sul
decreto cosa c'era scritto circa i locali da perquisire.

> Faccio trascorrere qualche giorno e vado dall'avvocato (conoscenza di
> vecchia data, sui 40, bella gnocca).


lascia perdere le gnocche, e cercati un avvocato serio. Meglio un vecchio
decrepito che però sa il fatto suo:

>la prima volta che andrò in tribunale parlerò con l'agente responsabile".


che nn se ne potrà fregar di meno.
avv. Daniele Minotti (20.10.2005, 11:37)
Carlo wrote:

> Ditemi voi......se potete.


** Si', mi ricordo il caso. Non so se possa consolare, ma questi tempi sono
tipici di molti procedimento (non necessariamente per pedoporno) e la
risposta di Outmind ce lo conferma.
I tempi sono lunghi per tante ragioni, ma tutti gli operatori del diritto
(nessuno escluso) hanno le loro responsabilita'.
Io non so cosa abbia fatto la collega, dunque non posso criticarla. Posso
dire cosa avrei fatto io.
Io non sono una bella gnocca, ma dico subito che avrei potuto chiedere anche
qualcosina di piu' di 700 euro.
Come penso di aver detto l'anno scorso, avrei fatto richiesta di riesame (ma
non e' detto che, dopo *qualche giorno* la collega fosse ancora in tempo per
farla). Non per vincerlo (per mille ragioni, non e' cosi' semplice, anche in
presenza di un *errore giudiziario*), ma, almeno, per avere subito gli atti
ed iniziare a lavorarci sopra.
Sui computer posso dire la mia? Secondo me non sono mai andati a Catania...
Stanno li', presso gli uffici di chi li ha sequestrati, da sempre.
Infine, piu' che incazzarmi, farei o, almeno, proverei a fare. E' il segreto
di Pulcinella: occorre parlare col pm.
Un saluto.

--
avv. Daniele Minotti (20.10.2005, 11:41)
extrabyte wrote:
> sembra un sequestro probatorio di INIZIATIVA, poichè la PG era in
> possesso di un decretto di perquisizione senza specificare il
> materiale da sequestrare. Visto che ti hanno sequestrato un bel pò di
> roba, il sequestro andava convalidato dalla procura. Quindi dovresti
> informarti circa l'eventuale convalida. Se non è stato convalidato,
> il sequestro è illegittimo


** uhmmm... non e' da escludere, ma... e' proprio tutto li' il testo del
decreto? c'e' qualcosa che non mi torna. credimi, extra, che le ipotesi di
decadenza del sequestro epr mancata convalida sono assai rare. e, comunque,
il sequestro puo' essere rinnovato all'istante. non e' tanto quello il
punto.

>> Si ripiega tutti sulla casa di mia madre a questo punto e qui manco
>> lo accendono il PC, si fa prima a sequestrare tutto, con CD pieni di
>> dati personali compresi.

> potrebbe configurarsi il reato di violazione di domicilio. Leggi bene
> sul decreto cosa c'era scritto circa i locali da perquisire.


** Extra... occhio a fare fantadiritto... rischi di pompare la gente che,
poi, si illude e ci rimane male.

Un saluto.

--
Carlo (20.10.2005, 13:48)
> Ciao,
> non so commentare il tuo caso ma pensa che ad un mio amico hanno
> sequestrato *tutto* il computer (compreso monitor... tastiera... MOUSE...
> quasi quasi prendevano pure la ciabatta di alimentazione... vabbè) ad
> inizio 2003, per presunta pirateria... e da allora tutto tace, son passati
> più di due anni e mezzo.

Bellissimo :(
La "repubblica delle banane" ........di al tuo amico di tenere duro, tra una
decina d'anni quando saremo a Windows Vista 2015 i dati degli attuali HD non
saranno più leggibili e i backup che avranno fatto su DVD Princo andranno
bene per giocare a freesbe ;)
Carlo (20.10.2005, 14:08)
> mi ricordo perfettamente del tuo post.

Mi ricordo anch'io di te extra ;)
Eri stato vittima di un caso simile o sbaglio ?

> sembra un sequestro probatorio di INIZIATIVA, poichè la PG era in possesso
> di un decretto di perquisizione senza specificare il materiale da
> sequestrare. Visto che ti hanno sequestrato un bel pò di roba, il
> sequestro andava convalidato dalla procura. Quindi dovresti informarti
> circa l'eventuale convalida. Se non è stato convalidato, il sequestro è
> illegittimo


Forse l'avevo anche fatto notare al mio avvocato.
Ma comincio a credere che avrei fatto meglio a non chiamarlo neanche :(
L'unica cosa concreta che ha fatto in un anno e mezzo è stato chiedermi i
soldi.

>> Si ripiega tutti sulla casa di mia madre a questo punto e qui manco lo
>> accendono il PC, si fa prima a sequestrare tutto, con CD pieni di dati
>> personali compresi.

> potrebbe configurarsi il reato di violazione di domicilio. Leggi bene sul
> decreto cosa c'era scritto circa i locali da perquisire.


Il decreto di perquisizione parla della mia abitazione e di quella soltanto.
Cmq sono stato veramente un coglione.......se avessi raccontato che ero a
puttane quella mattina (dato che non ero in casa e in casa non avevo in quel
momento nessun PC), se ne sarebbero andati via a mani vuote.
Io, onesto cittadino (si, non ho paura di scriverlo: "ONESTO") ho raccontato
a lor signori che ero da mia madre e alla domanda "Lei ha un computer da sua
madre ?" ho pure risposto affermativamente.
Ovviamente sono onesto ma non un santo e come tutti quelli che usano il
computer da una vita, avevo un pò di tutto su quell'hard disk (era pure
montato in un rack estraibile e non l'ho neanche tolto.......meglio non
pensarci più oramai).

>> Faccio trascorrere qualche giorno e vado dall'avvocato (conoscenza di
>> vecchia data, sui 40, bella gnocca).

> lascia perdere le gnocche, e cercati un avvocato serio. Meglio un vecchio
> decrepito che però sa il fatto suo:


Cioè, credi che debba cambiare avvocato ?
Ci ho pensato ma temo che siano più o meno tutti uguali.......marci come il
sistema che li alimenta.

>>la prima volta che andrò in tribunale parlerò con l'agente responsabile".

> che nn se ne potrà fregar di meno.


Infatti ebbi conferma per telefono che la trattò pure in maniera piuttosto
maleducata.
Che sia la conferma che non sanno neanche da che parte cominciare ?
Che tristezza...........

Ciao e grazie cmq.
extrabyte (20.10.2005, 14:20)
"Carlo" <carlo> ha scritto nel messaggio
news:1859
>> mi ricordo perfettamente del tuo post.

> Mi ricordo anch'io di te extra ;)
> Eri stato vittima di un caso simile o sbaglio ?


2 sequestri, uno di pc e l'altro di 2 siti. Il sequestro del pc era il per i
reati di molestia e minaccia. Il sequestro dei siti per diffamazione. In
realtà sequestrarono i siti solo perchè avevo pubblicato lo stralcio del
verbale di sequestro del pc, pieno di fantainformatica e di errori
grossolani. I nomi non venivano fatti, cmq qualcuno ha rosicato e si sono
inventati la storia della diffamazione. Tant'è che sono occorse ben 150
pagine per far collimare la vicenda raccontata con quella reale.

Purtroppo i procedimenti sono ancora in corso, con un pc ancora sotto
sequestro dal 99. Spero solo nella Giustizia Divina che qualche frutto ha
già dato: l'ispettore che svolse le indagini è morto di cancro al cervello.
E considera che mi aveva denunciato per la vicenda del sito sequestrato. Ora
la querela è stata ereditata dalla moglie, ma sembra che si sia ammalata di
cancro al seno (non sto scherzando).
Carlo (20.10.2005, 14:21)
> Io non sono una bella gnocca, ma dico subito che avrei potuto chiedere
> anche
> qualcosina di piu' di 700 euro.


Un pò più di 700 Euro per un nulla di fatto sono tanti........

> Come penso di aver detto l'anno scorso, avrei fatto richiesta di riesame
> (ma non e' detto che, dopo *qualche giorno* la collega fosse ancora in
> tempo per farla).


Forse si ma è andata in ferie.

Non per vincerlo (per mille ragioni, non e' cosi' semplice, anche in
> presenza di un *errore giudiziario*), ma, almeno, per avere subito gli
> atti ed iniziare a lavorarci sopra.
> Sui computer posso dire la mia? Secondo me non sono mai andati a
> Catania... Stanno li', presso gli uffici di chi li ha sequestrati, da
> sempre.


Quindi ? Cosa vuol dire ?
Ma io, cittadino di questa repubblica delle banane, indipendentemente dal
mio avvocato ho qualche voce in capitolo ?
Posso andare da questi tizi della polizia e "TOC TOC.....c'è nessuno ? State
giocando a Tetris coi miei PC ? Ma bravi........."

> Infine, piu' che incazzarmi, farei o, almeno, proverei a fare. E' il
> segreto di Pulcinella: occorre parlare col pm.


Il PM di Catania intende vero ? ;)
E' per questo che è a Catania immagino.......... se avessimo avuto una
colonia a Città del Capo, il mandato sarebbe arrivato da lì !

> Un saluto.


Grazie comunque.
avv. Daniele Minotti (20.10.2005, 14:25)
extrabyte wrote:
> "Carlo" <carlo> ha scritto nel messaggio
> news:1859
> 2 sequestri, uno di pc e l'altro di 2 siti. Il sequestro del pc era
> il per i reati di molestia e minaccia.


** Ecco, Extra. Lo sai che c'e' una sentenza che ritiene che non siano
possibili le molestie via sms? Ei principi direi che sono applicabili, a
maggior ragione, per internet, posta, ecc.
Questa, se gia' non la conosci

Per carita'... ce ne sono anche di contrarie, eh... e, comunque, penso sia
gia' maturata qualche prescrizione.
Un saluto.

--
avv. Daniele Minotti (20.10.2005, 14:32)
Carlo wrote:
>> Io non sono una bella gnocca, ma dico subito che avrei potuto
>> chiedere anche
>> qualcosina di piu' di 700 euro.

> Un pò più di 700 Euro per un nulla di fatto sono tanti........


** Se non ha fatto nulla, direi di si'. Ma io non so, dunque non giudico.

>> Come penso di aver detto l'anno scorso, avrei fatto richiesta di
>> riesame (ma non e' detto che, dopo *qualche giorno* la collega fosse
>> ancora in tempo per farla).

> Forse si ma è andata in ferie.


** Non lo sappiamo se era ancora in tempo.

> Non per vincerlo (per mille ragioni, non e' cosi' semplice, anche in
> Quindi ? Cosa vuol dire ?


** Nulla, visto che i termini sono gia' ampiamente passati. Non ha senso
piangere sul latte versato. Ribadisco che si deve fare, piu' che recriminare
(pur giustamente).

> Ma io, cittadino di questa repubblica delle banane, indipendentemente
> dal mio avvocato ho qualche voce in capitolo ?


** Teoricamente si'. Ma devo far presente che non tutti i magistrati hanno
piacere di parlare direttamente con l'indagato. Ci sono, pero', delle
persone disponibili e un tentativo potrebbe essere fatto. Nella peggiore
delle ipotesi rispondono di no.

> Posso andare da questi tizi della polizia e "TOC TOC.....c'è nessuno
> ? State giocando a Tetris coi miei PC ? Ma bravi........."


** ROTLF!

>> Infine, piu' che incazzarmi, farei o, almeno, proverei a fare. E' il
>> segreto di Pulcinella: occorre parlare col pm.

> Il PM di Catania intende vero ? ;)


** Si', certo.

> E' per questo che è a Catania immagino.......... se avessimo avuto una
> colonia a Città del Capo, il mandato sarebbe arrivato da lì !


** Probabilmente, il primo indagato e' di Catania. Ecco il motivo della
competenza che ha attratto le altre persone che sono ritenute collegate.
Oppure, ci sono altri motivi che mi sfuggono. Difficile dare certezze senza
conoscere gli atti, specie in Internet dove le questioni di competenza per
territorio vanno un po' a farsi benedire...
Un saluto.

--
Derringer (20.10.2005, 16:17)
Il Thu, 20 Oct 2005 12:08:29 +0000, Carlo ha scritto:

> Forse l'avevo anche fatto notare al mio avvocato.
> Ma comincio a credere che avrei fatto meglio a non chiamarlo neanche :(
> L'unica cosa concreta che ha fatto in un anno e mezzo è stato chiedermi i
> soldi.


Questa e' la norma: sara' stata gentilissima fino a che non ti ha
"sedotto" e tu hai firmato il mandato, hai aperto il portafoglio,
consegnato il fondospese e poi e' magicamente lei e' sparita :-)

Tranquillo, sei in ottima e numerosa compagnia, non devi mica sentirti
piu' fesso degli altri :-)

> Il decreto di perquisizione parla della mia abitazione e di quella
> soltanto. Cmq sono stato veramente un coglione.......


Tutto cio' - il tuo comportamento cristallino - ti fa onore ed andrebbe
considerato, in un eventuale colloquio con il PM e/o anche davanti al
giudice in mancanza di evidenza di reato.

Ti sei comportato come una persona per bene che nulla ha da nascondere.

>> lascia perdere le gnocche, e cercati un avvocato serio. Meglio un
>> vecchio decrepito che però sa il fatto suo:

> Cioè, credi che debba cambiare avvocato ? Ci ho pensato ma temo che
> siano più o meno tutti uguali.......marci come il sistema che li
> alimenta.


Ecco il pensiero del cittadino italiano medio su chi dovrebbe tutelarlo
:-)

Sara' colpa del cittadino? :-)

> Infatti ebbi conferma per telefono che la trattò pure in maniera
> piuttosto maleducata.
> Che sia la conferma che non sanno neanche da che parte cominciare ? Che
> tristezza...........

Consolati con questo sito: c'e' chi sta peggio di te, a dimostrazione che
al peggio non c'e' mai fine. :-(((

matish (20.10.2005, 18:52)
Scusate, voi che leggete questo post spiegatemi una cosa :)

Quando meno te l'aspetti e per i motivi più vari un qualsiasi giorno ti
possono entrare a casa delle persone che si portano via il tuo pc e i
dischi di backup... ora mi domando... ma visto che è evidente che ad ognuno
i propri dati servono, esiste un modo di riprenderseli lasciandogli il pc?
Voglio dire anche controllato a vista da qualcuno che vede esattamente cosa
ti copi, o lasciando una copia di quello che hai copiato ;) E secondo,
perché tutto il computer e non solo l'harddisk e/o eventuali memorie non
volatili collegate? Ultima domanda, se poi si accorgono che sei un povero
innocente e ti ridanno tutto, ti risarciscono dell'enorme disagio causato
sottraendoti roba tua?

Grazie
Nicola Bortolotti (20.10.2005, 19:23)
"avv. Daniele Minotti" <daniele> ha scritto nel messaggio news:baef

> (...) avrei fatto richiesta di riesame (...)


per mia modestissima esperienza posso
aggiungere che i giudici del riesame
sono gli unici - oltre a quelli della
Cassazione - a leggere (e per giunta
con grande attenzione e competenza)
le CTP. Sempre siano lodati.

> (...) per avere subito gli atti
> ed iniziare a lavorarci sopra.


il che e' oro colato!

Quando penso a quel che mi sono
sentito dire recentemente... che
non era stata fatta una richiesta
di riesame perche' "non avevo gli
atti" (per forza!!!) e "c'erano
solo due giorni di tempo"...
(basta un telegramma...).
E se certe cose le so io...
avv. Daniele Minotti (20.10.2005, 20:19)
Nicola Bortolotti wrote:
> "avv. Daniele Minotti" <daniele> ha scritto nel messaggio
> news:baef
> per mia modestissima esperienza posso
> aggiungere che i giudici del riesame
> sono gli unici - oltre a quelli della
> Cassazione - a leggere (e per giunta
> con grande attenzione e competenza)
> le CTP. Sempre siano lodati.


** mi sembra molto difficile arrivare al riesame contro il provvedimento di
sequestro con una consulenza di parte. cosa c'e' che non mi quadra?

> il che e' oro colato!
> Quando penso a quel che mi sono
> sentito dire recentemente... che
> non era stata fatta una richiesta
> di riesame perche' "non avevo gli
> atti" (per forza!!!) e "c'erano
> solo due giorni di tempo"...
> (basta un telegramma...).
> E se certe cose le so io...


** beh... un atto serve sicuramente: il provvedimento di sequestro ;-) avere
il resto, in effetti, mi sembra un po' illogico.
Un saluto.

Discussioni simili