faretesto > politica.* > politica.pds

Angelo (15.02.2012, 21:25)
Il ministro della Difesa Di Paola: ?occorre scendere progressivamente, verso
150mila militari e 20mila civili, con una riduzione di 43mila unità?. In
vista una riduzione del numero di basi e caserme
La linea di rigore sui conti pubblici del Governo colpisce anche il settore
della Difesa. ?Oggi ci sono 183mila militari e 30mila civili nella Difesa:
occorre scendere progressivamente, verso 150mila militari e 20mila civili,
con una riduzione di 43mila unità?. Lo ha detto il ministro della Difesa,
Giampaolo Di Paola, alle commissioni Difesa congiunte di Senato e Camera.
L'obiettivo, ha spiegato il ministro, ''si potrà raggiungere in dieci anni o
poco più attraverso la riduzione degli ingressi del 20-30%, la mobilità
verso altre amministrazioni, l'applicazione di forme di part time''. Per
ammiragli e generali, ha aggiunto, ''ci sarà una riduzione superiore del
30%?. E' un percorso doloroso ma inevitabile''. In 5-6 anni, inoltre, ha
rilevato, ''ci sarà anche una riduzione del 30% delle strutture della
Difesa''.
Sarà ridotto il numero di basi militari, caserme ed enti nel Paese aprendo
ad ''un importante piano di dismissioni di immobili ed infrastrutture, quale
contributo alla ristrutturazione della Difesa e come concorso al più
generale risanamento finanziario del Paese'', annuncia Di Paola.
Per la componente terrestre, ha spiegato il ministro, '' si ridurranno le
brigate di manovra da 11 a 9, la linea dei mezzi pesanti (carri e blindo),
la linea degli elicotteri ed un numero significativo di unità per il
supporto al combattimento (artiglieria) e logistiche''. Per la componente
marittima, ha proseguito, ''si contrarranno le linee delle unità di altura e
costiera (i pattugliatori, ad esempio, si ridurranno da 18 a 10), dei
cacciamine e dei sommergibili (da 6 a 4). Per la componente aeronautica si
contrarranno le linee degli aeromobili per la difesa aerea e dei velivoli
della linea aerotattica''.
outis (18.02.2012, 20:52)
Il Wed, 15 Feb 2012 20:25:24 +0100, Angelo ha scritto:

[..]
> cacciamine e dei sommergibili (da 6 a 4). Per la componente aeronautica si
> contrarranno le linee degli aeromobili per la difesa aerea e dei velivoli
> della linea aerotattica''.


Un bluf: quello che si risparmierà sul personale sarà speso in sistemi
d'arma
Cingolato (18.02.2012, 21:19)
"outis" <giorgio> ha scritto nel messaggio
news:6dlg

> Un bluf: quello che si risparmierà sul personale sarà speso in sistemi
> d'arma


Ma no, vedrai che quando ci sarà chiesto di bombardare l'Iran - e temo che
manchi poco - il tizio a cui rispondi sarà favorevole, così come tutto il
resto del Partito Democratico. Ma saranno bombe umanitarie e democratiche,
quindi non ci si preoccupi!
Discussioni simili