faretesto > diritto.* > diritto.condominio

matteo (26.12.2019, 19:59)
Cosa significa questa frase:

"il pagamento dell'indennizzo sarà effettuato
fino alla concorrenza del 3% della somma assicurata
con il massimo di 5.000 euro per sinistro
e 10.000 euro per anno assicurativo"

inoltre

che differenza c'è:
tra "franchigia" e "minimo"?
Cioè nella frase
"il pagamento dell'indennizzo sarà effettuato
con scoperto del 10%
e con minimo di 1.000 euro"
se io sostituisco "franchigia" con "minimo"
non sarebbe la stessa cosa?
Giampaolo Natali (27.12.2019, 09:13)
matteo wrote:
> Cosa significa questa frase:
> "il pagamento dell'indennizzo sarà effettuato
> fino alla concorrenza del 3% della somma assicurata
> con il massimo di 5.000 euro per sinistro
> e 10.000 euro per anno assicurativo"


Ci sono due limiti alla somma risarcibile:

il primo si riferisce al 3% del valore assicurato per il fabbricato.
il secondo precisa che, anche se il 3% di cui sopra significasse da 5.001
euro in su, al massimo verrebbe risarcito per 5.000 euro per sinistro e,
come ulteriore limite, 10.000 per anno

> inoltre
> che differenza c'è:
> tra "franchigia" e "minimo"?
> Cioè nella frase
> "il pagamento dell'indennizzo sarà effettuato
> con scoperto del 10%
> e con minimo di 1.000 euro"
> se io sostituisco "franchigia" con "minimo"
> non sarebbe la stessa cosa?


NO, i due termini non sono equivalenti.

Lo scoperto di polizza è sempre espresso in percentuale riferita al danno,
la franchigia è una cifra fissa.
Se fosse indicato "franchigia" si creerebbe un conflitto non solo letterale,
ma foriero di dispute nei tribunali.,
Cordy (27.12.2019, 09:15)
Il 26/12/2019 18:59, matteo ha scritto:
[..]
> e con minimo di 1.000 euro"
> se io sostituisco "franchigia" con "minimo"
> non sarebbe la stessa cosa?


Franchigia: si detrae sempre.
Minimo: è un valore fisso su uno espresso in % di un altro valore, che
si applica a prescindere, se non viene raggiunto.

Es.: danno di 1.000 euro con franchigia 200. Ti rimborsano 800 (1.000-200).

Danno di 1.000 su un valore assicurato (convenzionale della cosa
assicurata, indicato in polizza) di 1.000, scoperto del 10% (di 1.000,
cioè scoperto di 100 euro), minimo 200: ti danno, invece di 1.000-100
(danno-scoperto), 1.000-200 (danno-scoperto minimo).
matteo (27.12.2019, 14:49)
On Fri, 27 Dec 2019 08:13:16 +0100, "Giampaolo Natali"
<nataliass> wrote:

>matteo wrote:
>Ci sono due limiti alla somma risarcibile:
>il primo si riferisce al 3% del valore assicurato per il fabbricato.
>il secondo precisa che, anche se il 3% di cui sopra significasse da 5.001
>euro in su, al massimo verrebbe risarcito per 5.000 euro per sinistro e,


ma io trovo allora che se entrambi si riferiscono al sinistro
uno dei due limiti (il 3% oppure il 5000)
è inutile, no?

>come ulteriore limite, 10.000 per anno


>NO, i due termini non sono equivalenti.
>Lo scoperto di polizza è sempre espresso in percentuale riferita al danno,
>la franchigia è una cifra fissa.


non chiedevo chiarimenti sullo scoperto,
ma tra "franchigia" e "minimo"
matteo (27.12.2019, 14:55)
On Fri, 27 Dec 2019 08:15:17 +0100, Cordy <stefano> wrote:

>Franchigia: si detrae sempre.
>Minimo: è un valore fisso su uno espresso in % di un altro valore, che
>si applica a prescindere, se non viene raggiunto.
>Es.: danno di 1.000 euro con franchigia 200. Ti rimborsano 800 (1.000-200).
>Danno di 1.000 su un valore assicurato (convenzionale della cosa
>assicurata, indicato in polizza) di 1.000, scoperto del 10% (di 1.000,
>cioè scoperto di 100 euro), minimo 200: ti danno, invece di 1.000-100
>(danno-scoperto), 1.000-200 (danno-scoperto minimo).


Appunto, non c'è differenza allora... con la franchigia viene 800, con il
minimo ugualmente viene 800 !
Cordy (27.12.2019, 15:37)
Il 27/12/2019 13:55, matteo ha scritto:
> On Fri, 27 Dec 2019 08:15:17 +0100, Cordy <stefano> wrote:
> Appunto, non c'è differenza allora... con la franchigia viene 800, con il
> minimo ugualmente viene 800 !


Fai lo stesso calcolo con un danno ed un importo assicurato diversi e
scoprirai che la coincidenza è solo apparente. Peraltro, di solito gli
scoperti si applicano a cose diverse dalle franchigie.
Nel caso di un danno di 10.000 euro, la franchigia rimane di 200, ma lo
scoperto del 10% è di 1.000. Cioè ti rimborsano 800 euro di meno...
matteo (27.12.2019, 22:47)
On Fri, 27 Dec 2019 14:37:48 +0100, Cordy <stefano> wrote:

>Il 27/12/2019 13:55, matteo ha scritto:
>Fai lo stesso calcolo con un danno ed un importo assicurato diversi e
>scoprirai che la coincidenza è solo apparente. Peraltro, di solito gli
>scoperti si applicano a cose diverse dalle franchigie.
>Nel caso di un danno di 10.000 euro, la franchigia rimane di 200, ma lo
>scoperto del 10% è di 1.000. Cioè ti rimborsano 800 euro di meno...


fammi capire allora, se dico che "minimo" è la quantità minima di euro
che lo scoperto deve assumere, dico bene?
pertanto, se questa famigerata pecentuale di scoperto desse un valore basso
e la compagnia fosse costretta a quel punto a tirare fuori il rimanente che
sarà alto, ecco che invocando il "minimo" lei alza lo scoperto e tirerà
fuori meno soldi;
mi sembra che io dica bene.

Anche se però sostituendo "minimo" con "franchigia"
ottengo lo stesso risultato, infatti:

danno 1000,
scoperto 5% (cioè 50 euro),
minimo 100 euro,
rimborso: 900 euro,

danno 1000,
scoperto 5% (cioè 50 euro),
franchigia 100 euro,
rimborso: 900 euro.

E quindi non trovo differenza tra chiamare quel battente
"franchigia" o "minimo"...
Cordy (28.12.2019, 09:41)
Il 27/12/2019 21:47, matteo ha scritto:

> danno 1000,
> scoperto 5% (cioè 50 euro),
> minimo 100 euro,
> rimborso: 900 euro,
> danno 1000,
> scoperto 5% (cioè 50 euro),
> franchigia 100 euro,


No. O c'è franchigia o c'è scoperto. Scoperto con eventuale minimo. Son
proprio concetti diversi. Vai a cercare la spiegazione dei termini nel
contratto (per legge DEVONO esserci).

> rimborso: 900 euro.
> E quindi non trovo differenza tra chiamare quel battente
> "franchigia" o "minimo"...


La differenza è che quando si parla di franchigia c'è solo il valore
fisso in ¤, mentre quando si parla di scoperto c'è un minimo espresso in
euro e poi c'è un valore percentuale, il cui importo calcolato non può
scendere sotto il minimo. Concettualmente, il minimo è un minimo del
valore in % scoperto, mentre la franchigia è un valore fisso, a
prescindere dal valore del danno.
Se il danno supera il minimo o la franchigia, la franchigia rimane la
stessa, mentre lo scoperto aumenta, una volta superato il minimo.
matteo (08.01.2020, 15:00)
aggiungo una un'altra voce:

cosa comporta assicurare a "intera proprietà" in una assicurazione RCT:

so che significa che il condominio a quel punto potrà avere come "terzo"
anche l'altro condomino;

ma prima comporta che tutti i condomini oltra ad assicurare la parti comune
devono assicurare anche le parti private (cioè le singole unità immobiliari
più pertineneze) e che questa cosa devono farla tutti i proprietari
(nessuno escluso)?
E vale solo pe la RCT come ho detto , o anche per la "Fabbricato"
E ancora la cosa immagino costi di più, ma quanto incide?
Giampaolo Natali (08.01.2020, 18:36)
matteo wrote:
> aggiungo una un'altra voce:
> cosa comporta assicurare a "intera proprietà" in una assicurazione RCT:


Sarebbe da pazzi NON assicurare con una polizza condominiale il fabbricato e
rischi connessi alla sua proprietà e conduzione.

> so che significa che il condominio a quel punto potrà avere come "terzo"
> anche l'altro condomino;


Certamnete sì; i condomini sono terzi fra di loro.

> ma prima comporta che tutti i condomini oltra ad assicurare la parti
> comune
> devono assicurare anche le parti private (cioè le singole unità
> immobiliari
> più pertineneze) e che questa cosa devono farla tutti i proprietari
> (nessuno escluso)?


Assolutamente no.
Parti dal presupposto che il valore assicurato alla voce fabbricato e/o il
massimale RCT sia adeguato (diciamo almeno 2.000.000 di euro unico?):
potresti non assicurare la tua unità immobiliare.
Ma:

- l'amministratore, per dimenticanza o peggio, non ha pagato nei termini la
polizza condominiale
- il massimale RCT sia scarso, il valore assicurato relativo al fabbricato
sia insufficiente

se ti vuoi tutelare per bene assicuri direttamente la tua unità immobiliare,
compreso il contenuto con le normali garanzie di una polizza "abitazione".
In aggiunta alla polizza condominiale.

> E vale solo pe la RCT come ho detto , o anche per la "Fabbricato"
> E ancora la cosa immagino costi di più, ma quanto incide?


Non ho la sfera di cristallo, ma sappi che, appena uscito dallo studio
notarile dove abbianmo perfezionato l'acquisto di un appartamentino al mare,
ho telefonato all'agenzia chiedendo di fa una polizza per l'appartamentino
appena assicurato.

Rischiare migliaia, decine di migliaia o centinaia di migliaia di euro per
risparmiare 200 euro di assicurazione personale l'anno?
Giammai :-) :-) :-)

P.S. - nel condominio in questione l'ammnistratrice si è "dimenticata" di
pagare l'assicurazione per due anni e mezzo.
Per fortuna nno è successo nulla nel frattempo, ma
................. abbiamo avuto c**o.
matteo (08.01.2020, 22:46)
cioè fammi capire, che ancora non ho capito:

il Condominio ha appena fatto una assicurazione 'incendio'
e 'rct' per le parti comuni;
nella 'rct' è stata inclusa (pagando) la 'conduzione delle
unità immobiliari private.

Ora nelle istruzioni del polizza, nella sezione RCT
vedo:
"Se l?assicurazione e' stipulata da un condominio per l?intera proprieta'
sono considerati Terzi i singoli condomini ed i loro familiari e dipendenti
ed e' compresa nell?assicurazione la responsabilita' di ciascun condomino
come tale verso gli altri condomini e verso la proprieta' comune".

Se capisco bene è una condizione che estende la copertura della RCT,
in quanto comprenderebbe delle persone che il Condominio potrebbe andare a
danneggiare, perchè nè sarebbe coperto.

Ora chiedo, questa "intera proprietà" come la si attiva? Cioè:

- la deve fare il Condominio (con una crocetta in più nella polizza appena
fatta)?
- la deve fare il singolo proprietario con una polizza sua del tutto
separata, ma da farsi con la stessa società assicuratrice?
- non deve farla il singolo proprietario, ma tutti i 20 singoli propriatari
presenti con 20 polizze separate (e se ne manca uno l' 'intera proprietà'
non scatta)?
- se il Condomnio ha fatto la sua polizza per 5mln "fabbricato" e 1mln
"rct" e tutti i 20 appartamenti sono uguali (100 metri quadrati ciascuno),
quanto costa al singolo proprietario fare questa assicurazione chiamata
'intera prorpietà"?
- e farla tutti e 20 i proprietari assieme è consuetudine che si
riasparmia?
Giampaolo Natali (09.01.2020, 10:08)
matteo wrote:
> cioè fammi capire, che ancora non ho capito:
> il Condominio ha appena fatto una assicurazione 'incendio'
> e 'rct' per le parti comuni;


Dove è precisato che l'assicurazione vale unicamente per le parti comuni?
Non credo proprio che tu la possa trovare, dato il valore assicurato
(250.000 euro per unità immobiliare che, salvo si tratti di condominio di
lusso, trovo pure esagerato considerare il costo di ricostruzione pari a
2.500.000 euro/mq)

> nella 'rct' è stata inclusa (pagando) la 'conduzione delle
> unità immobiliari private.


perfetto; l'amministratore ha fatto benissimo ad inserirla.

> Ora nelle istruzioni del polizza, nella sezione RCT
> vedo:
> "Se l?assicurazione e' stipulata da un condominio per l?intera proprieta'
> sono considerati Terzi i singoli condomini ed i loro familiari e
> dipendenti
> ed e' compresa nell?assicurazione la responsabilita' di ciascun condomino
> come tale verso gli altri condomini e verso la proprieta' comune".


Benissimo, è la formula classica.

> Se capisco bene è una condizione che estende la copertura della RCT,
> in quanto comprenderebbe delle persone che il Condominio potrebbe andare a
> danneggiare, perchè nè sarebbe coperto.


Come è normale che sia.
> Ora chiedo, questa "intera proprietà" come la si attiva? Cioè:
> - la deve fare il Condominio (con una crocetta in più nella polizza appena
> fatta)?


Hai letto male la polizza.

se tu, come del resto consiglio io, fai una tua polizza per la tua unità
immobiliare, la polizza copre ANCHE le parti comuni pro quota: tu sei
proprietario di un immobile pari al 5% dell'intero? Sei coperto anche per le
parti comuni, ma sempre con il limite del 5% dei danni subiti dalle parti
comuni (tutte e garanzie RCT esclusa). Per i danni di cui fossi colpevole la
tua polizza personale ti copre per l'intero massimale della tua polizza.

[..]
> 'intera prorpietà"?
> - e farla tutti e 20 i proprietari assieme è consuetudine che si
> riasparmia?


E' già stata fatta dall'amministratore per tutti voi :-) :-) :-)
Sì avete risparmiato soldi e siete certamente tutti coperti per i rischi
assicurati con la polizza condominiale.
matteo (09.01.2020, 23:45)
Mah, io ho letto tutto il contratto che abbiamo fatto, 4 facciate banali,
e di 'Intera proprietà' non c'è traccia
(neanche la parola scritta in un angolino);

quindi per me sono assicurate la parti comuni
(siamo cioè coperti per i danni che esse possono ricevere
tipo neve che sfonda il tetto, e per quelli che possono fare
tipo pezzo di cornicione sul postino).

E questo indipendentemente dal prezzo che stiamo pagando.

ps1:
anzi per farmi capire, mi faresti
un esempio di un condomìnio a "Intera proprietà"
e uno "Non a Intera prorpietà"?

ps2:
chiarimento: se le cose stanno come ho detto io,
se il pezzo di cornicione, invece che sul postino, cade
su un condomino, noi tutti altri condomini, siamo coperti
e non dobbiamo pagare, giusto?
Giampaolo Natali (10.01.2020, 09:10)
matteo wrote:
[..]
> se il pezzo di cornicione, invece che sul postino, cade
> su un condomino, noi tutti altri condomini, siamo coperti
> e non dobbiamo pagare, giusto?


Se vuoi, mi mandi in pvt il testo completo della polizza e io lo leggerò con
cura.
La mia mail è valida.
matteo (10.01.2020, 22:11)
qui puoi scaricare la polizza


ho altre due pagine:
in una finisce di descrivere le coperture
con l Acqua condotta e con la RCT dell'amministratore;
nell'altra ci sono i dettagli delle voci: tipo grandine, sarrature
e relative franchigie e massimali;

sono menzionate nove pagine, ma purtroppo non le ho
(e comunque immagino che parlino di cosa fare in caso di sinistro)

Discussioni simili