faretesto > scienza.* > scienza.fisica

Soviet_Mario (28.09.2019, 12:55)
Il nome è quello di uno scienziato del CNR Bologna con 200
pubblicazioni, tanto x intro

cmq su un articolo dal titolo Meccanica Quantistica (Le
Stelle N° 193, Agosto 2019, pag. 35-39)
accenna ai Tunnel Spaziotemporali

e poi cita "lo storico annuncio della NASA del 2016 : la
possibile scoperta di un WARMHOLE

parlano di anomalia con orbita eliocentrica e periodo di 500
giorni situata TRA LA TERRA E MARTE (praticamente fuori
porta) a una distanza media di 185 MKm e che periodicamente
arriverebbe sino a soli 35 MKm dalla Terra).
Scoperta per caso da un satellite NASA del programma SETI
che nel 25 Luglio 2005 si era disperso senza preavviso (con
autonomia operativa di soli 8 anni) e visto riapparire 10
anni dopo, ancora funzionante, a 10 anni luce (caso ?) nella
costellazione Eridani.
l'anomalia è stata rilevata nel 2015
Poi parlano di "inversione di fase" dei segnali radio del
satellite (dovuti a distorsioni gravitazionali)

Morale della favola ?
Boh ... chi ne ha più saputo niente ? Qualcuno sta studiando
la notizia ? Saranno studi secretati ?

Se qualche astrofisico, astronomo etc, che ha accesso alla
rivista, desse qualche parere sulla segnalazione ...
Giorgio Bibbiani (28.09.2019, 13:14)
Il 28/09/2019 12.55, Soviet_Mario ha scritto:
> Il nome è quello di uno scienziato del CNR Bologna con 200
> pubblicazioni, tanto x intro


Dove ha pubblicato, su "Topolino"?!

....
> Scoperta per caso da un satellite NASA del programma SETI che nel 25
> Luglio 2005 si era disperso senza preavviso (con autonomia operativa di
> soli 8 anni) e visto riapparire 10 anni dopo, ancora funzionante, a 10
> anni luce (caso ?) nella costellazione Eridani. ....


Guarda Mario, è IMPOSSIBILE, con la tecnologia attuale,
rivelare la presenza di un satellite artificiale di
produzione umana a tale distanza, non c'è altro da
aggiungere...

Ciao
Soviet_Mario (28.09.2019, 14:17)
On 28/09/2019 13:14, Giorgio Bibbiani wrote:
> Il 28/09/2019 12.55, Soviet_Mario ha scritto:
>> Il nome è quello di uno scienziato del CNR Bologna con 200
>> pubblicazioni, tanto x intro

> Dove ha pubblicato, su "Topolino"?!


non ho letto le sue pubblicazioni, ad ogni modo è uno del CNR.
L'articolo che cito è su Le Stelle (rivista di astronomia,
me l'ha segnalata un collega, un fisico : un tizio con due
lauree e un dottorato)
detto questo io non ho nessuna competenza per valutare la
plausibilità, donde il fatto di sottoporre l'articolo qui.

L'hai casualmente letto ?

> ...
> ...
> Guarda Mario, è IMPOSSIBILE, con la tecnologia attuale,
> rivelare la presenza di un satellite artificiale di
> produzione umana a tale distanza, non c'è altro da
> aggiungere...


non so che pensarne
Giorgio Bibbiani (28.09.2019, 14:29)
Il 28/09/2019 14.17, Soviet_Mario ha scritto:

> L'hai casualmente letto ?


No, per curiosità (riguardo all'Autore e a ciò che potrà
avere scritto, non certo riguardo al fatto, che nei
termini in cui lo hai riportato è senz'altro impossibile)
ho cercato su internet ma l'articolo è a pagamento,
allora, costasse anche solo quanto una caramella,
preferirei mangiarmi una caramella... ;-)

....
> non so che pensarne


E io non so che dirti, ma ti assicuro che
attualmente le cose stanno come ho scritto
(poi, in futuro, chissà?).

Ora termino, perché non potrei aggiungere
altro al riguardo.

Ciao
Elio Fabri (28.09.2019, 16:18)
Soviet_Mario ha scritto:
> non ho letto le sue pubblicazioni, ad ogni modo è uno del CNR. E' quello che dice lui...


> L'articolo che cito è su Le Stelle (rivista di astronomia,
> me l'ha segnalata un collega, un fisico : un tizio con due
> lauree e un dottorato)

Meglio non commentare.
Ma tu, che non sei un pivellino, non senti la puzza anche a distanza
di anni luce?

Giorgio Bibbiani ha scritto:
> ho cercato su internet ma l'articolo è a pagamento,

? 3,50.
Visto quello che scrive a proposito del "wormhole", e poi dei titoli
dei suoi "libri", la completa assenza di pubblicazioni, ecc. non
ritengo utile spendere quella cospicua somma.
Maurizio Frigeni (28.09.2019, 16:54)
Soviet_Mario <SovietMario> wrote:

> e poi cita "lo storico annuncio della NASA del 2016 : la
> possibile scoperta di un WARMHOLE


Annuncio fatto, guarda caso, il PRIMO APRILE 2016:



M.
Soviet_Mario (28.09.2019, 20:20)
On 28/09/2019 16:18, Elio Fabri wrote:
> Soviet_Mario ha scritto:
>> non ho letto le sue pubblicazioni, ad ogni modo è uno del
>> CNR.

> E' quello che dice lui...


nel senso che hai verificato e non risulta esserlo?!!!!
Se così fosse sarebbe un illecito perché millantare credito
a mezzo stampa non si può mica fare.
Sei certo che non sia del CNR Bologna ?

>> L'articolo che cito è su Le Stelle (rivista di astronomia,
>> me l'ha segnalata un collega, un fisico : un tizio con due
>> lauree e un dottorato)

> Meglio non commentare.


che poi ... uno scrive qui proprio per i commenti :\

> Ma tu, che non sei un pivellino, non senti la puzza anche a
> distanza
> di anni luce?


Elio, non ragionare da fisico, prova a ragionare da uomo e
mettiti nei miei panni.

Se uno di cui mi fido (sia in senso di amicizia che di stima
nelle sue conoscenze), e che incidentalmente ne sa di fisica
1000 volte più di me, mi appare molto interessato (non nel
senso di scettico, nel senso di affascinato) in una cosa,
perché dovrei essere scettico io dal basso della mia
incompetenza ?

Io di quella rivista non so niente, mai letto nulla, e
nemmeno posso farmene un'idea mia da solo

> Giorgio Bibbiani ha scritto:
>> ho cercato su internet ma l'articolo è a pagamento,

> ? 3,50.
> Visto quello che scrive a proposito del "wormhole", e poi
> dei titoli
> dei suoi "libri", la completa assenza di pubblicazioni, ecc.


idem come sopra : nell'articolo citano oltre 200 ... io non
ho verificato, manco saprei esattamente dove

> non
> ritengo utile spendere quella cospicua somma.


ad ogni modo, stroncature "ad personam" a parte : ci sono
implausibilità palesi nella dichiarazione, anche la
citazione del comunicato NASA ?
Che so, qualcosa del tipo che non potremmo ricevere nessun
segnale da Eridano mandato da una sonda (che so : potenza
insufficiente del trasmettitore), oppure : possiamo capire
solo la direzione del segnale ma non sapere la sua distanza,
o boh ...
Furio Petrossi (28.09.2019, 23:48)
Il giorno sabato 28 settembre 2019 20:24:02 UTC+2, Soviet_Mario ha scritto:
> idem come sopra : nell'articolo citano oltre 200 ... io non
> ho verificato, manco saprei esattamente dove


Un articolo a riguardo è riportato anche su


Con data 1° aprile 2016

Su Cevolani invece dei riferimenti ci sono, ad esempio su researchgate


Nel 2007 c'è qualcosa sul Nuovo Cimento C


Qui il suo CV fino al 2006


E' da valutare se l'articolo in questione si inserisca nella sua area di specializzazione o si tratti di un volo di fantasia

fp
Soviet_Mario (29.09.2019, 12:35)
On 28/09/2019 16:54, Maurizio Frigeni wrote:
> Soviet_Mario <SovietMario> wrote:
>> e poi cita "lo storico annuncio della NASA del 2016 : la
>> possibile scoperta di un WARMHOLE

> Annuncio fatto, guarda caso, il PRIMO APRILE 2016:


ussignù !! :\
Daniele Fua (02.10.2019, 19:52)
Conosco personalmente Cevolani: un simpatico burlone che era
effettivamente un ricercatore del CNR in scienze dell'atmosfera.
Conosco anche i "famosi climatologi" che negano l'ovvio e le interviste
dei quali vengono pubblicate da meteoweb: no comment.

Avete perso un po' di tempo a commentare un - forse - divertente scherzo
da primo d'aprile ed io ogni tanto mi chiedo se i moderatori servono
realmente a qualcosa.

Daniele Fuà
Soviet_Mario (02.10.2019, 20:58)
On 02/10/2019 19:52, Daniele Fua wrote:
> Conosco personalmente Cevolani: un simpatico burlone che era
> effettivamente un ricercatore del CNR in scienze
> dell'atmosfera. Conosco anche i "famosi climatologi" che
> negano l'ovvio e le interviste dei quali vengono pubblicate
> da meteoweb: no comment.
> Avete perso un po' di tempo a commentare un - forse -
> divertente scherzo da primo d'aprile ed io ogni tanto mi
> chiedo se i moderatori servono realmente a qualcosa.
> Daniele Fuà


la rivista Le Stelle cmq è uscita ad Agosto 2019 non il 1 Aprile
Cmq trovo veramente inaccettabile questa velata proposta di
cassare una innocentissima domanda che nasceva da curiosità
genuina

a chi altri dovrebbe chiedere chi è curioso ? ad astrologi ?
ai fuffologi ? Se la scienza ufficiale si chiude a riccio
per chissà quale ragione (che pare quasi PAURA di qualcosa),
dopo la gente si rivolge per l'appunto a quelli

mi hanno risposto che era una cagata.
Bene. Ora lo so.
Se la domanda non fosse passata, ora penserei che sul serio
c'era sotto qualcosa di strano. Davvero sarebbe stato lo
scenario migliore ?
Boh.
Spero di avere equivocato almeno in parte la tua perplessità
sulla moderazione (perché forse la rivista è spam, ma io non
ne avevo idea, di conseguenza la mia domanda non poteva
essere spam)
Bruno Cocciaro (03.10.2019, 01:05)
"Daniele Fua" ha scritto nel messaggio news:pjb1

> Avete perso un po' di tempo a commentare un - forse - divertente scherzo
> da primo d'aprile ed io ogni tanto mi chiedo se i moderatori servono
> realmente a qualcosa.


La tua voleva forse essere una battuta, ma non c'e' alcun dubbio che i
moderatori servano a molto. Secondo me basta farsi un giro su
free.it.scienza.fisica per capire quale grande servizio svolgano i
moderatori.

> Daniele Fuà


Ciao,
Elio Fabri (03.10.2019, 17:07)
Furio Petrossi ha scritto:
> Su Cevolani invece dei riferimenti ci sono, ad esempio su
> researchgate

Vero, anche se i lavori su riviste non sono 200 ma "solo" 150.
(Io mi sono sempre chiesto come faccia la gente a scrivere tanto: io
ne ho 6 volte meno. E infatti mi è sempre stato rimpreoverato di
scrivere poco.)

> E' da valutare se l'articolo in questione si inserisca nella sua
> area di specializzazione Assolutamente no, direi.


Daniele Fuà ha scritto:
> Conosco personalmente Cevolani: un simpatico burlone che era
> effettivamente un ricercatore del CNR in scienze dell'atmosfera.

Vedo che si è anche occupato dell'impiego di radar per studiare sciami
meteorici. Non rilevante per farne un competente in wormholes.

> Avete perso un po' di tempo a commentare un - forse - divertente
> scherzo da primo d'aprile ed io ogni tanto mi chiedo se i moderatori
> servono realmente a qualcosa.

Fammi capire. Ho già detto che non ho letto e non leggerò l'articolo
su "Le stelle".
Ma secondo te si tratterebbe di uno scherzo?
Quella rivista non la conosco. So solo che nacque per inisiativa di M.
Hack in polemica con "L'astronomia".
Che cosa sia ora non ho idea, ma non credo che avrebbe accettato una
voluta frottola, se i referee (esistono?) se ne fossero resi conto.

A dire il vero chiunque sappia appena un po' di fisica avrebbe dovuto
capire la balla da 1° aprile.
Io sospetto che anche Cevolani ci sia cascato, ma non posso provarlo.
Comunque, discutere questo è pienamente aderente al manifesto del NG,
coem ti dimostrerò fra poco.

Soviet_Mario ha scritto:
> a chi altri dovrebbe chiedere chi è curioso? ad astrologi? ai
> fuffologi?

Infatti non è questo che ho criticato. Ti ho detto la mia, senza
spiegare.
Ora cercherò di farti capire perché anche tu avresti dovuto arrivarci.

> Se uno di cui mi fido (sia in senso di amicizia che di stima nelle
> sue conoscenze), e che incidentalmente ne sa di fisica 1000 volte
> più di me, mi appare molto interessato (non nel senso di scettico,
> nel senso di affascinato) in una cosa, perché dovrei essere
> scettico io dal basso della mia incompetenza?

Io invece non conosco il tuo amico, e proprio il fatto che abbia preso
sul serio la notizia mi fa molto dubitare della sua competenza.

Cerco di farla breve.
Lasciamo stare i wormholes: la notizia dice che un satellite
inspiegabilmente scomaprso sarebbe riapparso a 10 anni-luce di
distanza e che sta continuando a lanciare i segnali secondo i suoi
programmi.

Una parentesi: c'è scritto che i segnali arrivano dalle vicinanza di
"? Eridani".
Penso che il ? sia al posto di una epsilon: infatti epsilon Eridani è
una stella che dista 10.5 anni-luce da noi.

I segnali ricevuti con la VLA permettono di stimare la direzione con
un'incertezza dell'ordine di 0.1" ma non dicono niente sulla distanza.
Quindi si deve fare l'ipotesi che la sorgente, essendo angolarmente
vicina a una stella, si trovi anche alla stessa distanza da noi.
Ma si tratta di un'ipotesi del tutto arbitraria.

Però tutto questo tu non puoi saperlo, come anche molti fisici che non
si sono mai occupati di astronomia, di radiosorgenti, ecc.
Una cosa però puoi capire, e ti fornisco gli elementi per fare il
piccolo esercizio.

I satelliti GPS sono ricevibili da circa 20000 km, ed è qualcosa che
ha del miracoloso.
Non ricordo il dato esatto, ma la potenza dei trasmettitori di bordo è
attorno ai 200 W.
Le antenne trasmittenti non possono essere direzionali, dato che il
segnale deve arrivare su tutta la superficie terestre visibile dal
satellite.

Ora pensa al satellite che avrebbe attraversato il wormhole uscendone
a 10 anni-luce da qui.
Prova a stimare che potenza dovrebbe avere la trasmittente per essere
ricevibile dalla Terra.

Trascuro il fatto che la ricezione GPS richiede una prcedura di
trasmissione che non dettaglio ma che deve essere parallelamente usata
del ricevitore per poter decodificare il debolissimo segnale dentro un
rumore assai più intenso.
Non mi aspetto che i ricevitori VLA abbiano lo stesso software, ma
ripeto che voglio trascurare il punto dando un enorme vantaggio
all'ipotesi che il segnale sia identificabile.

L'antenna del satellite può essere direzionale e potrebbe risucire a
puntare verso la Terra (qui ci sarebbe da discutere un'evidente
difficoltà, ma sorvoliamo).
Ti do per ipotesi che il guadagno di antenna sia 10^4 rispetto a
quella di un satellite GPS.
Le distanze le sai e quindi puoi fare il conto e trarne le ovvie
conclusioni.

Facci conoscere la potenza che trovi :-)

PS. Poi ci sarebbe la misteriosa "inversione di fase", su cui non dirò
niente perché non ho idea di che cosa significhi.
Wakinian Tanka (03.10.2019, 20:21)
Il giorno sabato 28 settembre 2019 13:00:02 UTC+2, Soviet_Mario ha scritto:
[..]
> autonomia operativa di soli 8 anni) e visto riapparire 10
> anni dopo, ancora funzionante, a 10 anni luce (caso ?) nella
> costellazione Eridani.


Scusa, ma una notizia del genere l'avrebbero data tutti i tg in mondovisione tre volte al giorno per almeno un mese, ti pare? I tunnel spaziotemporali sono attualmente solo fantascienza (per non parlare di come avrebbero rilevato la presenza del satellite, vedi post di E. Fabri).
Soviet_Mario (03.10.2019, 23:23)
On 03/10/2019 20:21, Wakinian Tanka wrote:
> Il giorno sabato 28 settembre 2019 13:00:02 UTC+2, Soviet_Mario ha scritto:
> Cosa c'entri la mecc. quant. con i tunnel spaziotemporali lo sanno solo loro.
> Scusa, ma una notizia del genere l'avrebbero data tutti i tg in mondovisione tre volte al giorno per almeno un mese, ti pare?


non saprei, potenzialmente sarebbe un genere di notizia che
molti governi si riserverebbero di secretare per ragioni di
ordine pubblico. Non immagino come sarebbe gestito lo scenario

> I tunnel spaziotemporali sono attualmente solo fantascienza


ah si ? Pensavo fossero la controparte dei buchi neri ...

Discussioni simili